mercoledì 29 ottobre 2014

Le prime rilevazioni di UFO in orbita attorno alla Terra

ufo orbit earth
Gia’ prima del 4 Ottobre 1957, quando i sovietici lanciarono dalla base di Baikonur il razzo che doveva mettere in orbita il primo satellite artificiale Sputnik, dei dispositivi non identificati erano stati rilevati a molte miglia sopra la nostra atmosfera .
ufo orbit earth..
Il satellite Black Knight
La prima di queste scoperte risale nel 1953, quando la US Air Force di nuova generazione, ha iniziato a utilizzare un nuovo tipo di radar, che ha consentito il rilevamento di bersagli a distanze ben superiori a quelle ottenute finora.
Dopo le prime prove il nuovo dispositivo di rilevamento era riuscito riuscito a individuare un grande oggetto che evolveva nella regione equatoriale ad un'altezza di 600 miglia.Poco dopo un altro entrava nell'orbita terrestre ad una quota più bassa, stimata intorno alle 400 miglia. 
A seguito di questi eventi, e’ stata allestita nel deserto di White Sands , New Mexico, una struttura che doveva rilevare i satelliti in caso di emergenza . Lo scopritore del pianeta Plutone, l'astronomo Clyde Toumbaught, che e’ stato uno dei pochi a dichiarare pubblicamente di aver visto gli UFO, è stato invitato a dirigere gli studi sotto la supervisione di un gruppo di ricerca dell'esercito. La spiegazione ufficiale, approvata dal Pentagono e che doveva essere rilasciata al pubblico riferiva che le Forze Armate erano state impegnate nell’osservazione di piccole lune e oggetti naturali provenienti dallo spazio i quali sembravano entrare nell’ orbita della Terra. 
Nel 1955, però, la Casa Bianca aveva ricevuto delle informazioni che uno di questi oggetti era andato ad evolversi in un'orbita più bassa avvicinandosi a circa 50 km. dalla Terra, mentre altri oggetti sconosciuti erano semplicemente svaniti lasciando definitivamente la nostra atmosfera.
Non c'e dubbio che in quell’occasione eravamo stati controllati da una qualche forma di manufatto costruito da qualche civilta’ intelligente. L'idea di oggetti naturali che entrano in orbita attorno alla Terra era un dato di fatto solo per il pubblico.Il Comitato per la Sicurezza Nazionale, allestito dall'allora presidente Dwight David Eisenhower aveva paventato l'opzione che quegli oggetti avrebbero potuto essere degli artefatti introdotti dai sovietici.Cio’nostante questa ipotesi non era servita a calmare cose. 
Dopo tutto, se avevano già la tecnologia per mettere in orbita artefatti di tali dimensioni, gli Stati Uniti erano in grave pericolo,considerato che le tensioni tra i due blocchi erano molto preoccupanti a quei tempi. Ma la verità è che questi oggetti avevano una tecnologia che andava ben oltre le capacità sovietiche, come venne confermato due anni dopo, quando i russi riuscirono finalmente a lanciare il loro primo satellite. A partire dal 1953 sono stati scoperti diversi altri oggetti di origine interplanetaria in orbita attorno al nostro pianeta i quali scomparivano subito dopo senza lasciare alcuna traccia.Il programma spaziale dell’epoca era stato sviluppato e programmato con la certezza che un giorno avremmo trovato "qualcuno" nello spazio, visto che l'orbita del nostro pianeta sembrava suscitare l’interesse da parte degli occupanti di questi insoliti veicoli di origine sconosciuta.
© Fonte di riferimento Marco Antonio Petit



Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.