venerdì 10 giugno 2016

Su Marte mancava solo la scoperta di un teschio di Yeti

Alien Or Sasquatch Skull Found On Mars
Nel navigare all'interno degli archivi fotografici del rover della NASA contenenti alcune panoramiche della superficie di Marte, molti si aspetterebbero di imbattersi solo con un gran numero di insignificanti e curiose rocce, crateri e sporgenze polverose sagomate dal vento marziano. Fin qui nulla di strano se non fosse per il fatto che tra tutte queste immagini, quella che spicca di piu' e' una sorta di teschio che sotto certi aspetti ricorda vagamente quello di un umanoide.
Il video pubblicato il 07 giugno 2016 da Paranormal Crucible mette in evidenza l'aspetto di questa strana struttura che sembra del tutto incongrua con l'ambiente circostante.  Il merito della scoperta va all'ufologo Scott Waring il quale sostiene che la sua scoperta sembra avvalorare ancora una volta la teoria che in epoche remote il pianeta Marte era abitato da un'antica civiltà marziana scomparsa milioni di anni fa a seguito di gravi sconvolgimenti ambientali . 
L'ufologo, fregiandosi del suo patrimonio ricco di conoscenze ed esperienze sperimentate durante la sua lunga carriera, ha affermato che il cranio potrebbe appartenere a una creatura simile al nostro leggendario yeti.
Come avviene di solito, la notizia di quest'altra scoperta su Marte ha innescato le solite polemiche sia nei circoli accademici che nella blogosfera dalle tematiche simili. Alcuni ritengono che Scott Waring potrebbe essersi imbattuto con il cranio di una creatura aliena, anche se la maggioranza degli internauti, quelli scettici, ritiene che questa scoperta non ha nulla di sensazionale visto che essa rappresenta solo un altro pezzo di roccia marziana, intorno alla quale si sono fatte numerose speculazioni proprio per la sua forma insolita.
© Fonte video;Paranormal Crucible 

Nessun commento:

Posta un commento