domenica 3 luglio 2016

Che fine hanno fatto le indiscrezioni della Cina circa l'esistenza di avanzati avamposti lunari?

Moon Base
In controtendenza ai numerosi tentativi da parte della NASA nel voler distruggere alcune prove riconducibili a dei probabili interventi extraterrestri sulla Luna, inizialmente la Cina aveva dimostrato una certa disponibilità nel voler divulgare quello che nell'immaginario collettivo doveva diventare la prova definitiva circa l'esistenza nel nostro microcosmo di altre  civiltà molto piu avanzate della nostra.
Qualora le immagini custodite dall'agenzia spaziale cinese dovessero risultare genuine allora dovremmo incriminare la NASA per aver frodato e tradito il genere umano occultando quella che avrebbe potuto rappresentare una scomoda verità . Secondo il sito ufoholic.com la Cina starebbe per rilasciare tutti i dati in suo possesso e una serie di immagini ottenute dal veicolo lunare Chang'e-2 il cui Disclosure dovebbe avvenire entro i prossimi mesi favorendo in questo modo l'inizio di una nuova era per quanto riguarda la questione extraterrestre. A sostegno delle loro affermazioni e quelle di molti altri, i cinesi hanno rilasciato una foto molto interessante di quello che sembra essere un complesso artificiale allestito sulla superficie lunare. L'immagine potrebbe rappresentare l'ennesima conferma della conduzione sul suolo lunare di segrete operazioni estrattive, facendo intendere che il governo cinese potrebbe aver avuto un qualche tipo di contatto con dei visitatori ultraterreni occultandone la presenza. Questo, a sua volta, potrebbe spiegare perché la Cina sta investendo tuttora enormi risorse finanziarie nella costruzione di giganteschi radiotelescopi. Alcune indiscrezioni fatte circolari da una fonte anonima lasciano intendere che la Cina sarebbe in procinto di rilasciare una serie di immagini Hi Res catturate in quest'ultimi due anni dall'orbiter Chang'e-2 le quali sembrano mostrare in modo evidente una serie di strutture di chiara fattura artificiale . La fonte anonima sostiene inoltre che la NASA avrebbe deliberatamente bombardato alcune aree particolarmente importanti della Luna, nel tentativo di distruggere le prove che avrebbero potuto rilevare la presenza di antichi manufatti e strutture artificiali edificate in epoche remote da antichi viaggiatori spaziali. Per non parlare delle innumerevoli voci che continuano a circolare circa l'esistenza di una base aliena strutturata sul lato più oscuro della Luna. Non è un segreto che, nel 2009, la NASA abbia intenzionalmente bombardato e senza un apparente motivo una vasta area del nostro misterioso satellite naturale. 
Altre immagini provenienti dalla sede centrale della NASA sembrano rivelare una serie di complessi abilmente strutturati che possono essere facilmente interpretati come una serie di complessi estrattivi. Tra le personalità di spicco ad aver suggerito una cospirazione Lunare quella che ha fatto piu' scalpore è Milton Cooper, un ufficiale della Naval Intelligence il quale ha rivelato che la Marina degli Stati Uniti era a conoscenza dell'esistenza sulla Luna di una serie di impianti estrattivi allestiti in epoche remote da antiche intelligenze aliene. Secondo Cooper, l'obiettivo principale della base era quello di minare il sottosuolo lunare in modo da favorire l'estrazione di materiali particolarmente preziosi.  I soliti informatori anonimi avrebbero rivelato l'esistenza sulla superficie lunare di un'enorme astronave madre utilizzata dagli alieni per la raccolta di campioni di minerali e permettere a dei piccoli "dischi volanti" custoditi all'interno dell'astronave principale di decollare in direzione della Terra .
© Fonte video;Alien Disclosure Group

1 commento:

  1. Un ufo non fa una disclosure.. Ma un avamposto alieno magari qualche apertura di coscenza dovrebbe provocare... O continuiamo con il solito dividi ed impera..anche qua...!?

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.