sabato 27 agosto 2016

Il Parco Nazionale di Yellowstone sorvolato da una misteriosa sfera luminosa

UFO Yellowstone
Gli avvistamenti di strane sfere incandescenti non è affatto un fenomeno recente visto che molte di loro sono state documentate per secoli, se non millenni in varie parti del mondo.
Esaminando lo spettro di una fonte luminosa si può determinare se si tratta della proiezione di una luce artificiale o un fenomeno di rifrazione in cui l'immagine di un oggetto distante può apparire spostata dalla sua vera posizione a causa di una serie di condizioni ambientali che potrebbero dar luogo a erronee interpretazioni visive. Non è la prima volta che vengono avvistate delle strane luci in prossimità della caldera sotterranea di Yellowstone. Una di queste è stata immortalata agli inizi del mese di agosto da una webcam di sorveglianza posta nelle immediate vicinanze di alcuni geyser attivi. 
In uno dei fotogrammi si può osservare in lontananza un puntino bianco che gradualmente scompare dalla vista per poi rimaterializzarsi un minuto dopo allo stesso posto e iniziare a muoversi direttamente verso il geyser. Il supervulcano Yellowstone, famoso per i suoi geyser spettacolari si trova all'interno del parco naturale di Yellowstone ove sono state installate diverse webcam che monitorano quotidianamente l'attività eruttiva dei geyser. In questo caso la webcam era puntata verso il famoso geyser Old Faithful quando la notte del 6 agosto 2016 e' riuscita a sequenziare la nascita di una grande e luminosa sfera luminosa. Quello che gli esperti non riescono a spiegarsi è il suo strano comportamento in aria e il motivo per cui l'enorme Orb si è diretto proprio verso uno dei geyser. Il geyser Old Faithful si trova su una collina che si erge per una decina di metri la cui sommità domina la pianura circostante.

© Fonte video;Тайны Мира

3 commenti:

  1. UFO NEWS DAL WEB:

    UFO: Barack Obama starebbe per affermare che gli alieni esistono
    Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama avrebbe, secondo Bassett, informazioni certe sull'esistenza degli ET.

    Disegno del volto di un alieno.
    Disegno del volto di un alieno.
    Pubblicità

    La prova dell'esistenza degli alieni nell'universo è il Santo Graal della #scienza moderna, ma un funzionario di Washington afferma che un eventuale sbarco degli alieni sul pianeta Terra avrebbe un impatto più grande di una seconda venuta di Gesù Cristo. Il famoso Stephen Bassett confida nel fatto che l'attuale presidente statunitense, Barack Obama, sarà l'uomo che renderà note le informazioni top-secret sugli alieni alla fine del suo mandato. Dopo le dichiarazioni di Paul Hallyer non stupirebbe se anche Obama rendesse noto qualche segreto di stato sugli alieni.
    Obama e le informazioni sugli alieni

    Bassett sostiene di essere sicuro all'85% che prima della fine del suo mandato Barack Obama renderà note sia le informazioni su una futura venuta degli alieni sul pianeta Terra e sia i file sugli UFO che provano la loro esistenza. Secondo Bassett, Obama rimarrebbe nella storia come il primo presidente che ha divulgato per il bene dell'umanità informazioni di questo tipo e riuscirebbe a vincere un altro Premio Nobel. I complottisti sostengono che il governo statunitense non voglia rendere note queste informazioni, poiché confermare la presenza di un contatto con gli alieni vorrebbe dire diffondere il panico fra i cittadini e far perdere di credibilità al governo.
    Il libro dei segreti

    Il "Book of secret" è un tomo presumibilmente collocato a Washington che conterrebbe informazioni certe sugli alieni. Noi non siamo neanche sicuri dell'esistenza di questo libro che narrerebbe di eventi paranormali avvenuti sul nostro pianeta. Durante una trasmissione televisiva è stato chiesto ad Obama se avesse mai visionato il libro e che cosa fosse contenuto al suo interno. La risposta di Obama è stata giudicata dall'opinione pubblica parecchio eversiva, ma ha affermato che oggi gli Stati Uniti non hanno ancora stabilito un contatto diretto con gli alieni. Dopo la messa in onda della trasmissione la candidata Hillary Clinton ha promesso che se fosse stata eletta avrebbe reso noti parecchi documenti top-secret degli archivi dell'Area 51. #ufologia #paranormale
    da Taboola
    http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/08/uf

    RispondiElimina
  2. IL FATTORE RIVELAZIONI UFO CHE SFUGGIRA' DI MANO!

    Come gia' avvenuto in altri periodi storici per cose meno mportanti e decisive; faranno le rivelzioni UFO pensando di tenere sotto controllo la situazione...e invece sfuggira'' completamente di mano! La situazione delo status quo planetario, risulta estremamente precaria da mantenere. Una rivelazione palese dell' esistenza degli UFO e la conseguente ammissione della presenza di intelligenze aliene sulla Terra o nei pressi di essa, causerebbe per conseguenza diretta l'inizio della destabilizzazione socio-politica dello status quo attualmente vigente. C'e' poi da valutare, che gli stessi ET, potrebbero a questo pun -to iniziare a fare delle manifestazioni palesi e alla luce del sole della loro presenza ed esistenza. State pur certi, che tutti i poteri costituiti non saranno piu' in grado di tenere sotto controllo la situazione. Il gioco, sara' decisamente a favore degli ET e di quelli che sono pro-ufo e favorevoli alla loro esistenza, con tutte le implicazioni socio-politiche che ne' conseguono. Apriranno il vaso di Pandora sulla questione UFO e poi non potranno piu' tornare indietro!
    Centro Ricerche#####

    RispondiElimina
  3. Tutto giusto..possibile.. Indispensabile anche..ma,una cosa non mi piace del discorso... Non per far sempre la punta "alla matita" ma dire: I complottisti sostengono che il governo statunitense non voglia rendere note queste informazioni, poiché confermare la presenza di un contatto con gli alieni vorrebbe dire diffondere il panico fra i cittadini e far perdere di credibilità al governo.

    Implica che

    1 ci interessa che il governo mantenga la sua credibilità (cazzata galattica)

    2 pensiamo che il panico dilagherà. Sulla terra? Cazzatissimissima enorme propio, infatti abbiamo più volte sostenuto che non sarebbe una notizia traumatica quanto la guerra e le atrocità che vivono i bambini ogni giorno. Punto.

    RispondiElimina