lunedì 19 settembre 2016

Una strana struttura "artificiale"rilevata dal Rover Curiosity

MARS Curiosity Rover
Le innumerevoli anomalie geologiche individuate nel corso degli anni su Marte hanno e continuano tutt'ora ad eludere ogni spiegazione convenzionale.
Secondo l'International Business Times AU  la sonda Mars Odyssey della NASA avrebbe rilevato nell'atmosfera marziana elevate concentrazioni di Xenon-129 molti simili a quelle individuate in alcuni siti nucleari sulla Terra funestati da gravi incidenti come quello di Chernobyl avvenuto nel 1986. 
Il Dr. John Brandeburg , un fisico ed esperto di tecnologie per la propulsione al plasma sostiene che un'antica civiltà marziana sarebbe stata spazzata via dalla faccia di Marte a seguito di un devastante attacco nucleare alieno e che molto probabilmente la Terra potrebbe sperimentare una catastrofe analoga nel prossimo millennio. Secondo Richard Hoagland , autore di Dark Mission - NASA, una storia segreta, l'agenzia spaziale non sarebbe  affatto interessata nello scoprire le tanto osannate tracce fisiche riconducibili ad antiche forme di vita appartenenti alla genesi marziana né tanto meno sapere se gli antichi abitanti fossero realmente esistiti . Una tale scoperta sarebbe troppo inquietante e scomoda per l'intera civiltà umana così come la conosciamo con i suoi rigidi canoni antropocentrici . 
Il video pubblicato il 17 settembre 2016 da Streetcap1 racoglie una serie di panoramiche in HD attraverso le quali si possono osservare dell'elaborate strutture molte delle quali semisepolte dalla sabbia ferruginosa di Marte. Proprio per il loro particolare aspetto queste anomalie rocciose sono del tutto incompatibili con l'arido e accidentato paesaggio circostante. 
Ciò potrebbe far ipotizzare la presenza sul pianeta rosso di antichi bunker abbandonati e complessi artificiali allestiti milioni di anni fa da un'antichissima civiltà extraterrestre .
© Fonte video; Streetcap1

Nessun commento:

Posta un commento