domenica 9 ottobre 2016

Rimangono irrisolte alcune anomalie rilevate sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

cometa 67P Churyumov-Gerasimenko
Tutti ricordano quando il 12 novembre 2014 la missione Rosetta dell'Agenzia Spaziale Europea e' riuscita nello storico atterraggio sulla cometa 67P Churyumov-Gerasimenko, conclusosi positivamente dalla sonda Philae che rocambolescamente era riuscita ad atterrare rovinosamente sull'accidentato corpo celeste.
Le prime immagini inviate sulla Terra mostravano degli strani punti luminosi disseminati per lo più lungo le creste ed alture rivolte con la loro faccia verso il Sole. Inoltre, sulla superficie della cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko sono stati individuati degli oggetti che secondo alcuni ricercatori non non dovrebbero trovarsi in quel luogo desolato. Rispetto agli affioramenti rocciosi che circondano tali oggetti che sembrano proiettare la propria ombra, non sembrano esserci altre strutture simili pur essendo esposte alla stessa luce solare le cui ombre sono tutte accomunate dalla stessa angolazione.
L'anomalia che appare nell'immagine di cui sopra mostra anche alcuni particolari che fanno intendere che l'oggetto dall'aspetto metallico era in grado di riflettere la luce solare proprio in direzione dell'obiettivo della fotocamera di Rosetta.
La strana foto scattata il 10 settembre 2014 è stata rilasciata dall'Agenzia spaziale europea (ESA). L'anomalia catturata dalla macchina fotografica di Rosetta potrebbe rappresentare una struttura artificiale in grado di autogestirsi autonomamente ? Oppure, proprio come la NASA vorrebbe far credere come già avvenuto precedentemente con la "Faccia su Marte", si tratta solo di pareidolia provocata da un curioso gioco di luci e ombre?
© Fonte video;CHANNEL 2

offrendoci un caffe' contribuirai a mantenere in vita questo Blog

1 commento:

Related 

Posts Plugin for WordPress, Blogger...