martedì 1 novembre 2016

Un insetto marziano visto aggirarsi in prossimità del Rover Curiosity

Curiosity Rover
L'eventuale presenza di composti organici su Marte non significa necessariamente che la vita possa esistere in quell'inospitale ambiente costantemente bersagliato da devastanti radiazioni cosmiche . David McKay e un team di scienziati della NASA hanno pubblicato una serie di analisi condotte su un meteorite marziano scoperto nel 1996 in Antartide. Secondo la NASA, l'atmosfera marziana è composta del 95% di anidride carbonica e una piccola quantità di ossigeno pari al 0,13% valori questi del tutto insoddisfacenti per sostenere delle forme di vita su Marte.
Tuttavia, in una serie di foto scattate dal rover 'Curiosity' alcuni cacciatori di anomalie marziane riferiscono di aver notato dei piccoli animali simili a scoiattoli, lucertole, anatre, scimmie e altre strane entità biologiche fossilizzate dallo scorrere del tempo e dalle radiazioni solari. Ovviamente molte di queste strane presenze individuate su Marte sono riconducibili a delle erronee interpretazioni visive meglio conosciute come pareidolia. Per avere una conferma di una eventuale presenza extraterrestre sul pianeta rosso dobbiamo attendere le tanto annunciate dichiarazioni del presidente statunitense Barack Obama che seguendo le orme del presidente Clinton è intenzionato a rendere pubbliche alcune indiscrezioni carpite illecitamente da qualche gola profonda della NASA. Il video pubblicato l'8 settembre 2016 da MARS ALIVE mostra quello che sembra un piccolo essere vivente che viene sballottato dalle vibrazioni provocate dalla piccola trivella del rover Curiosity mentre perfora la dura superficie di Marte. Molto probabilmente si tratta solo di un sassolino che a seguito delle vibrazioni provocate dalla perforazione rotola verso la parte esterna del rover. 

© Fonte video;MARS ALIVE

Nessun commento :

Posta un commento