mercoledì 25 gennaio 2017

Il mistero dell'antica statuetta abbandonata sulla Luna

angelo incastonato
Timothy Good nel suo libro , Oltre il Top Secret (p 186 -. 1987), si corrobora di un'affermazione fatta da Tompkins secondo il quale verso la metà degli anni sessanta la NASA stava progettando di allestire degli avamposti lunari e che alcune indiscrezioni sembravano fare riferimento a dei progetti top secret che si prefiggevano di allestire una serie di "città lunari".
Uno di questi insediamenti è stato progettato per diventare una base avanzata della marina statunitense che fu coinvolta direttamente in un segretissimo programma lunare attraverso il quale stabilire dei propri avamposti strategici . Tali progetti sarebbero falliti miseramente probabilmente per via dell'intervento diretto degli occupanti di enormi astronavi extraterrestri che avrebbero intimidito gli astronauti della missione Apollo 11. 
Questa ipotetica ingerenza aliena aveva lo scopo di evitare che la US Navy stabilisse sulla Luna una testa di ponte per le future basi militari strategiche . Ora si scopre che un noto scienziato avrebbe prodotto la prova che la superficie lunare era abitata da forme di vita intelligente. Tale teoria ha acquistato una certa dose di credibilita' dopo la scoperta di una misteriosa statuetta di 10 pollici che in modo evidente raffigurava una figura alata simile a un Angelo la quale sarebbe stata individuata all'interno di una roccia lunare. Il Geologo Morris Charles ha annunciato che alcuni addetti ai laboratori della NASA avrebbero estratto l'angelica statuetta da una delle rocce portate sulla Terra nel 1969 dall'equipaggio dell'Apollo 11.  
Il Dr. Charles ha lavorato per 23 anni come scienziato della NASA fino all'anno 1987 seppur abbia continuato a mantenere dei stretti legami con molti dei suoi ex colleghi.

Nessun commento:

Posta un commento