Un TR-3B immortalato dal passeggero di un aereo di linea nei cieli della Georgia

In teoria il tanto discusso velivolo fantasma TR-3B non dovrebbe esistere, almeno ufficialmente, anche se alcune indiscrezioni sembrano suggerire che questi invisibili aeromobili siano stati progettati per assolvere a segreti compiti di spionaggio.
Non c'è da sorprendersi che tali avanzati velivoli vengano sviluppati e testati on gran segreto all'interno di inesistenti basi militari come la controversa Area 51, nel Nevada ove gli scienziati starebbero perfezionando una tecnologia non terrestre attraverso la retroingegneria aliena un patetico tentativo nel voler eguagliare i progressi scientifici ottenuti da una civiltà estremamente avanzata al punto che potremmo essere paragonati a dei primitivi primato seppur dotati di un quoziente intellettivo leggermente superiore.
È mai possibile che il passeggero di un aereo di linea sia riuscito a fotografare veramente il fantomatico TR-3B? 
Ebbene, a giudicare dall'immagine di cui sopra, verrebbe quasi voglia di dire sì. Non si capisce ancora qual'è la fonte che ha fatto trapelare alcune indiscrezioni sul tipo di propellente utilizzato che questi velivoli in via d'immatricolazione . Secondo alcune voci, tali dispositivi verrebbero alimentati da mercurio altamente pressato e accelerato dall'energia nucleare senza la quale non potrebbero produrre quel plasma in grado di generare un campo anti-gravitazionale proprio intorno allo scafo. Il plasma così ottenuto sarebbe capace di ridurre in modo significativo la rintracciabilità' radar. Ciò farebbe in modo che il velivolo risulti pressoché invisibile sugli schermi radar e quindi capace di passare inosservato. In un certo senso la forma di tali dispositivi ricorda quella dei nostri bombeardieri Stealth anche se quest'ultimi non sono in grado di stazionare immobili nel cielo .

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...