venerdì 22 maggio 2020

Gli umani avrebbero mai potuto sterminare delle civiltà aliene?


E se il nostro destino fosse ancor peggiore dell'estinzione di massa? Una nuova  teoria spiega che noi stessi potremmo essere i distruttori di altre civiltà aliene.
Ad affrontare l'argomento è il sito ufo-spain.com secondo il quale, l'idea che noi stessi potremmo essere stati i colonizzatori di antiche civiltà aliene è probabilmente una dei più scoraggianti e crudeli scenari cosmici che possano esistere.
Tale possibilità ha una sua spiegazione,  troppo logica per lasciarla da parte senza fare prima un profondo esame di coscienza.
La verità è che fino ad oggi non sappiamo ancora  cosa possano essere i cosiddetti UFO nonostante che molti avvistamenti fossero stati accuratamente documentati.
Abbiamo sviluppato avanzate  tecnologie, come il programma SETI, attraverso lo stanziamento di milioni di dollari per l'invio di  innumerevoli e fallimentari messaggi nell'universo.
In un certo senso abbiamo ricevuto  strani segnali cosmici, che abbiamo sempre finito per associarli a  qualcosa di naturale. 
Uno di questi, che si è rivelato essere un segnale intermittente, è stato attribuito a una sorta di codice  Morse, la cui fonte sembrò provenire  da cadenzati impulsi Quasar.
L'unica cosa certa è che nessun alieno ci ha contattato fino ad oggi.
Alexander Berezin è un fisico teorico presso l'Università nazionale russa di tecnologia elettronica (MIET) e una delle persone più affidabili nel suo campo.
Ha trascorso gran parte della sua vita a studiare l'universo, ed è difficile per lui credere che siamo soli.
Egli ha anche sviluppato una serie di teorie sul perché è difficile contattare altre civiltà extraterrestri.
Una di queste sarebbe proprio  la teoria di Fermi.
È possibile che, nel caso in cui ci sia una civiltà avanzata che ci abbia già visitato e voglia tornare, stia aspettando che le nostre galassie tornino al punto di partenza in modo che i suoi rappresentanti possano visitarci senza percorrere grandi distanze?
Un'altra teoria è che questi esseri potrebbero essere sprovvisti di quella tecnologia necessaria per stabilire un contatto e che i loro segnali si perdono nell'universo, così come  è avvenuto  con i nostri messaggi SETI.

Nessun commento:

Posta un commento

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade