martedì 19 maggio 2020

Perché la serie TV "Blue Book Project" è stata cancellata?


Il 17 dicembre 1969, il segretario dell'Aeronautica statunitense annunciò la fine del Progetto BLUE BOOK, il programma dell'Aeronautica Americana per le indagini sugli UFO.
Dal 1947 al 1969, un totale di 12, dei 618 avvistamenti furono segnalati al Progetto BLUE BOOK.
Di questi, 701 rimangono ancora  "Non identificati". 
Il progetto aveva sede presso la base aerea di Wright-Patterson, il cui personale non ricevette più, documentazioni né tantomeno esaminò i numerosi rapporti sugli UFO.
La decisione di interrompere le indagini sugli UFO si basava sulia valutazione di un rapporto preparato dall'Università del Colorado intitolato "Studio scientifico di oggetti volanti non identificati" unitamente a una revisione del rapporto dell'Università del Colorado da parte della National Academy of Sciences.
Precedenti studi sugli UFO ed esperienze dell'Aeronautica statunitense si unirono alle precedenti indagini sui rapporti UFO degli anni '40, '50 e '60.
La serie di fantascienza, mostrata su "History Channel"  è stato l'ultimo tentativo di combinare un dramma televisivo con eventi della vita reale legati al fenomeno UFO. 
Il documentario è interpretato da Aiden Gillen (Petyr Baelish in Il Trono di Spade) nei panni di J. Allen Hynek - l'astronomo e ricercatore UFO che ha originato il sistema di classificazione UFO "Contatti immediati" e consulente scientifico di tre studi UFO dell'Aeronautica statunitense, incluso il Blue Book Project.
Nella serie, Hynek si unisce agli ufficiali dell'Aeronautica per indagare sui rapporti UFO, ma si rende presto conto che la sua ricerca della verità va in conflitto con gli sforzi per coprire il fenomeno.
Ora, nonostante due stagioni di successo, History Channel ha deciso di non rinnovare lo spettacolo in vista di  una terza stagione - ponendo fine alla serie di documentari senza una motivazione apparente.
Non è chiaro perché il canale abbia preso questa decisione.Tuttavia, il blocco del coronavirus (e dei suoi effetti sulla produzione) potrebbe avere qualcosa a che fare con tale decisione.
L'attuale Blue Book Project era uno studio approfondito sui cosiddetti oggetti volanti non identificati, il quale fu condotto dall'Aeronautica militare americana negli anni '50 e '60.
Il suo obiettivo era determinare se gli UFO fossero o meno una minaccia per gli Stati Uniti, oltre ad analizzare scientificamente tutti i dati noti sul fenomeno.Il progetto aveva raccolto  file contenenti  circa 12.618 rapporti sugli UFO. 
Sebbene la maggior parte di queste considerazioni abbia spiegazioni convenzionali, una piccola percentuale degli avvistamenti è rimasta "inspiegabile", anche dopo aver subito un'analisi rigorosa.
Ufficialmente, si è concluso che nessuno degli avvistamenti  UFO indagati dall'Aeronautica costituiva un rischio per gli Stati Uniti e non rappresentava alcuna prova di visitatori extraterrestri o di tecnologia avanzata.

Nessun commento:

Posta un commento

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade