sabato 9 maggio 2020

Scienziato della NASA: "c'è qualcun altro sulla luna"


Diversi scienziati della NASA hanno fatto scioccanti dichiarazioni relative ad alcuni misteri lunari per la gioia dei teorici della cospirazione aliena.
George Leonard, scienziato e analista fotografico della NASA,  e' riuscito a ottenere una serie di foto ufficiali del nostro satellite naturale, molte delle quali pubblicate nel suo libro intitolato "Somebody Else Is On The Moon" è una di queste persone.
Sebbene le foto siano di piccole dimensioni e la loro risoluzione non raggiunga gli standard odierni, esse mostrano i dettagli tipici delle vecchie stampe originali. Sebbene Leonard abbia pubblicato i numeri di codice identificativo delle rispettive foto  al fine di supportare la credibilità' delle loro fonti, non possiamo ancora dire con certezza se esse siano autentiche o meno visto che  la bassa risoluzione non fa altro che peggiorare la questione del Lunatici extraterrestri. 
Molto più convincenti di queste foto sono le sue dichiarazioni di ciò che sarebbe stato individuato sulla Luna, così come le sue vere credenziali certificate dalla NASA.
Leonard non è stata l'unica persona con un prestigioso passato scientifico a raccontare al mondo intero ciò che sarebbee stato individuato in alcune  foto lunari scattate durante le missioni Apollo.
È anche importante notare  che alcuni anni fa il governo russo aveva richiesto la conduzione di un'indagine a livello internazionale in merito agli sbarchi lunari degli Stati Uniti, puntando l'indice contro  la scomparsa di filmati originali relativi allo storico atterraggio del 1969. 
I sovietici si riferivano anche a circa 400 kg di roccia lunare, repertati durante le molteplici missioni tra il 1969 e il 1972.
Leonard sostiene che la NASA era a conoscenza di attività extraterrestre sulla Luna per cui avrebbe ripetutamente cercato di nascondere tali informazioni. Tuttavia,egli non è il solo a rilasciare una simile affermazione.
Un certo numero di esperti sono consapevoli che non tutto ciò che accade dietro le quinte è stato reso pubblico.
Questo è esattamente il motivo per cui è stato creato il Freedom of Information Act (FOIA )  una legge federale (USA), che consente la divulgazione totale o parziale di informazioni e documenti precedentemente inediti e che sono sotto il controllo del governo degli Stati Uniti.
Vi sono ancora molti ostacoli al raggiungimento della piena trasparenza, uno dei quali viene utilizzato dalla "sicurezza nazionale" per mantenere le informazioni segrete e nascoste agli occhi del grande pubblico. 
Ciò è diventato più evidente con le rivelazioni di Wikileaks da parte di Edward Snowden, anche se  il problema sembra andare ben oltre. 
Perché il governo degli Stati Uniti classifica ogni anno oltre cinquecento milioni di pagine di documenti come segreti se la questione Ufo non esiste?

Nessun commento:

Posta un commento

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade