Alcune aziende vogliono trasformare gli asteroidi in stazioni di rifornimento

Riproduzione BBC
Riproduzione BBC
Il costo attuale per l’ invio di acqua ai sei astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale è di circa 4,4 miliardi di sterline.Per questo motivo Chris Lewicki sta cercando di attingere acqua dalla pietra che in realtà, non e’ altro che un asteroide distante migliaia di chilometri dalla Terra.
Chris Lewicki e’ il presidente della Planetary Resources, una società mineraria che ha partecipato a missioni su Marte effettuate dalla NASA, l'agenzia spaziale americana. Ora, Lewicki sta progettandodi avviare l’attivita’ estrattiva sugli asteroidi poiche’ questi pezzi di roccia che vagano nello spazio sono ricchi di minerali preziosi, e trovare acqua su alcuni di essi può equivalere a trovare l'oro.
"Dalle osservazioni effettuate con i telescopi, possiamo vedere che alcuni tipi di asteroidi possono avere acqua in abbondanza e altri minerali " ha affermato Chris Lewicki . 

Acqua piu’ preziosa dell’oro 
L'acqua che copre la maggior parte del nostro pianeta è così preziosa nello spazio?Certo che si,visto che l'acqua può essere trasformata in combustibile e aria - idrogeno liquido e ossigeno forma il tipo più efficiente di carburante per missili utilizzati dall'uomo.Attualmente, le navicelle spaziali devono portare tutto il carburante necessario per la missione, aumentando il loro peso e il costo per attraversare l'atmosfera terrestre. Una volta nello spazio, le costose attrezzature devono essere abbandonate, perché il costo per riportarle indietro sarebbe troppo grande.  "Immaginate se nello spazio si potessero rifornire le navicelle?"si domanda Lewicki. 

Un’idea lucrativa 
Anche altre aziende vogliono estrarre carburante dagli asteroidi trasformandoli in questo modo in stazioni di rifornimento spaziale. Visto che gli asteroidi hanno poca gravità, atterrare e decollare non richiede molta energia.Questi corpi rocciosi esistono in gran numero e sono vicini alla terra, il che li rende una stazione di rifornimento potenzialmente preziosa per missioni più lunghe.Michael Lopez-Alegria, un ex astronauta della NASA e attuale presidente della Federazione Flight per il commercio spaziale, afferma che le aziende sono interessate a questa idea "molto proficua" dello spazio minerario, che va oltre gli asteroidi."Ci sono numerose sacche di acqua ghiacciata nelle regioni polari della Luna", ha dichiaratoMichael Lopez-Alegria . 

Chi potra’ possederle? 
Un disegno di legge del Congresso può aiutarli in questo sforzo, dando a queste società la proprietà su tutto quello che trovano sugli asteroidi. Tuttavia, se approvato, il disegno di legge sicuramente dovra’ affrontare l'opposizione internazionale.Nel 1966 un trattato delle Nazioni Unite vietava l'appropriazione di risorse spaziali per cui la Luna sarebbe al di fuori dei limiti di legge.Nella misura in cui l'industria spaziale commerciale cresce, con miliardi di dollari già investiti nel settore, molti sostengono che gli imprenditori dovrebbero diventare proprietari delle risorse spaziali. 

Concorrenza 
I costi sono troppo alti, per cui vi e’il rischio che i loro risultati sono appropriati per i governi o altri concorrenti piu’ facoltosi. 
Non solo ci sono altre aziende che vorranno fare parte della competizione. Lewicki afferma che la Cina ha lanciato missioni senza equipaggio per esplorare asteroidi e la luna, mentre la NASA sta lavorando su una missione umana per raccogliere campioni di asteroidi vicino alla Terra nel 2020. 

Fonte di riferimento:noticias.r7

Commenti

  1. Diceva Pierangelo Bertoli: e presto la chiave nascosta di nuovi
    segreti, così copriranno di m.... (è la versione non censurata)
    perfino i pianeti. Ma non è detto.

    RispondiElimina

Posta un commento