Cosa si nasconde all’interno dei misteriosi fori siberiani ?

Ricercatore prepara ad entrare nel foro della Siberia.
Gli scienziati impegnati nella discesa sul fondo ghiacciato del foro.
Qual’e’ il momento migliore per esplorare il misterioso cratere che si è aperto inaspettatamente nella tundra siberiana senza preavviso e senza alcuna spiegazione?

Gli scienziati condurre prove sul fondo ghiacciato del foro.
Ovviamente l’occasione giusta per scendere all’interno del foro e’ l’ inverno quando il terreno diventa particolarmente duro per via del ghiaccio.Ecco perché i ricercatori del Centro russo di Arctic Exploration hanno atteso l’arrivo del gelo (non è sempre inverno in Siberia?) .
La prima discesa in corda doppia lungo i lati del più grande cratere scoperto all'inizio di quest'anno nella zona nord della Siberia di Yamal e’ stata guidata la scorsa settimana dal direttore del centro, Vladimir Pushkarev, che insieme ad altri scienziati sono scesi nel foro con delle attrezzature da arrampicata. 
Il buco che è stato stimato essere profondo 200 piedi (61 metri) ha impegnato la squadra di ricercatori a scendere per 54 piedi (16,5 metri) prima di raggiungere il ghiaccio solido presente sul fondo del foroUna volta giunti sul fondo, gli scienziati hanno condotto dei test di radiolocalizzazione ad una profondità di 200 metri, utilizzando delle sonde predisposte per il prelievo di campioni di ghiaccio, terra, gas e aria che sono stati inviati ai loro rispettivi istituti e laboratori di ricerca per essere analizzati.
La fase successiva è l'elaborazione di tutte le informazioni raccolte per poi procedere all’esplorazione della zona circostante, mettendo a confronto le immagini riprese dallo spazio con quelle catturate nel 1980, nel tentativo di rilevare altri fori simili nell’artico.La teoria scientifica prevalente su questi fori è quella del rilascio di idrati di gas che sono stati scongelati da qualcosa che ha provocato un esplosione, creando in questo modo un cratere dalla parte bassa della superficie ghiacciata.La maggior parte dei ricercatori propendono per il cambiamento climatico che provoca un aumento di calore, anche se lo scienziato Vladimir Popapov e’ convinto che il fenomeno potrebbe essere attribuito a uno strano evento geotermico. 
Il cratere si trova all'incrocio di due faglie tettoniche anche se la penisola di Yamal è sismicamente tranquilla mentre l'area del cratere sembra avere un’attivita’ tettonica piuttosto attiva. Ciò significa che la temperatura dovrebbe essere molto superiore rispetto al solito. Il team si propone di tornare a esplorare le altre buche e, auspicabilmente, conoscere qualcosa di più su queste realtà analizzando le immagini dei fori che sono di notevole impatto .



Commenti