lunedì 3 novembre 2014

L’incredibile UFO di Tesla

OVNI-TESLA-3
Recentemente il capo del progetto SETI (istituto dedicato alla ricerca di intelligenze extraterrestri) ha avvertito che se non abbiamo ancora avuto un contatto con altre civiltà lontane cio’ e’ dovuto solo alla mancanza di una volontà politica. È possibile che la volontà di una o un gruppo di persone puo’ ritardare o accelerare il corso della storia?
OVNI-TESLA-2
OVNI-TESLA

Certo che e'possibile, almeno tra quelle persone dotate di una mente grande come quella del grande inventore e scienziato Nikola Tesla.
Più di cento anni fa, durante il primo decennio del XX secolo, Tesla aveva presentato una richiesta affinche’ potesse brevettare un aereo unico nel suo genere, il primo "disco volante al mondo", che potrebbe essere paragonato con le descrizioni di coloro che affermano di aver visto UFO. 
Il prototipo era munito di un condensatore discoidale le cui dimensioni erano sufficienti da permettergli di volare sfruttando la sua spinta, mentre altri dispositivi consentivano a piccoli condensatori di controllare la direzione, a cui vennero aggiunti un sistema di stabilizzazione giroscopica per il controllo della trazione elettrica.Che cosa è successo a questa invenzione? 
Perché non abbiamo sfruttato questa tecnoligia che ci avrebbe permesso da molti decenni di volare nello nello come pronosticato dal quel genio di Tesla?
Quando il brevetto è stato concesso, l'UFO (o meglio OVI, come era stato identificato dalla fantasia insaziabile di Tesla) e’ apparso subito evidente che il prototipo aveva un difetto non di poco conto dato che non aveva una sua fonte di alimentazione, ma doveva essere alimentato da torri di trasmissione wireless (fonte di "energia libera"), che per via della mancanza di fondi lo sviluppo delle torri veniva abbandonato definitivamente, mandando in rovina il progetto che non fu mai realizzato.

Il progetto e’ stato realmente abbandonato? 

In realtà non ci sono certezze, considerando che i servizi segreti degli Stati Uniti avevano sequestrato "per ragioni di sicurezza nazionale" tutti i brevetti di Tesla dopo la sua morte . L'idea del grande inventore, come molte delle sue invenzioni, era quella di contribuire alla pace nel mondo attraverso il libero accesso all'energia libera. I governi e finanziatori del tempo, però, non erano stati capaci di sfruttare le potenzialita’ offerte dal progresso tecnologico che sarebbe stato favorito grazie alla mente geniale di Tesla.
Anni più tardi, i loro modelli e progetti tecnologici sono stati utilizzati dai nazisti e tuttora sarebbero tenuti nascosti attraverso mille espedienti dai servizi segreti di una potenza mondiale (senza fare nome ). Un vero e proprio paradosso, visto che quelle menti avrebbero potuto fare accelerare il ritmo della storia, nonostante che alcune potenze fecero del tutto affinche’ cio’ non avvennisse..

1 commento :

  1. commento :Non c'e' mai stata alcuna volonta' esopolitica di contattare ua civilta' aliena, ne' mai ci sara' con l'elite reazionaria che governa il pianeta.. L'unica cosa che vogliono quelli dell'elite, e' di carpire le cooscenze tecnologiche e scietifiche degli alieni per i propri fini di dominio .Questo e' gia' stato attuato co gli inciuci avvenuti con quelle entita definite grigi, Ebe o pseudo alieni androidi a dirsivoglia. Il contatto vero con una civlita' aliena presuppone inevitabilmente un cambiameto evo -lutivo epocale per tutta la razza umana , o meglio detto una vera e propria metamorfosi planetaria che quelli dell' elite reazionaria non vogliono assolutamente. Metterebbe in discussione lo status- quo' esistente che vogliono mantenere costi quello che costi a tempo indefinito Ma anche questo status-quo' planetario finira' inesorabilmente nella pattumiera della storia.!!!

    RispondiElimina

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.