Non ancora risolti i 701 casi UFO del "Project Blue Book”

Project Blue Book.
Nel 1948, ispirato dalla paranoia della Guerra e dozzine di avvistamenti pubblici, il governo degli Stati Uniti ha lanciato la prima di una serie di indagini sui cosiddetti "oggetti volanti non identificati" in quello che più tardi divenne noto come "Project Blue Book",attraverso il quale una squadra di analisti dell’US Air aveva avutol’incarico di studiare e risolvere i 12.618 casi di incontri ravvicinati con degli oggetti volanti non identificati, in modo da sfatare il preoccupante fenomeno e attribuire la colpa a degli aerei non identificati erroneamente scambiati per UFO o fenomeni naturali.
Project Blue BookKenneth Arnold
Kenneth Arnold
L'Air Force, ha chiuso il programma 45 anni fa dopo aver concluso che non vi era alcuna prova che gli UFO erano "veicoli extraterrestri",anche se fino ad oggi, 701 casi presi in esame dal "Project Blue Book” sono ancora inspiegabili.Tutto inizia nel pomeriggio del 24 giugno 1947, quando l’aviatore amatoriale Kenneth Arnold stava volando vicino a Mt. Rainier, Washington, notando all'orizzonte l’improvvisa comparsa di nove insoliti oggetti . 
Arnold ha sostenuto che gli oggetti svolazzavano da un lato all'altro capovolgendosi all'unisono come "la coda di un aquilone cinese", muovendosi a una velocita’ di circa 1.700 miglia all'ora, di gran lunga più veloce di qualsiasi aeromobile conosciuto.Inizialmente Kenneth Arnold era convinto che quegli oggetti solidi che sfidavano le leggi di gravita’ avrebbero potuto essere dei veicoli militari segreti. 
La straordinaria storia di Arnold aveva suscitato subito grande curiosita’ e interesse da parte dei giornali di tutto il paese, ai cui giornalisti il pilota rilasciava una prima descrizione degli oggetti descrivendoli "come dei dischi che saltano attraverso l'acqua."Da quel giorno, il termine "disco volante" si diffuse in tutto il mondo entrando a far parte del vocabolario ufologico e non.
Questo primo avvistamento e’ stato accoppiato con il famoso incidente UFO avvenuto nel mese di luglio 1947 a Roswell, New Mexico, quando l'Air Force aveva affermato che un pallone meteorologico militare era stato scambiato per un'astronave aliena.L'incontro di Arnold con questi misteriosi oggetti aveva provocato un'ondata di avvistamenti di "dischi volanti" in tutti gli Stati Uniti.
I militari avevano classificato la maggior parte di questi "incontri ravvicinati", come errori di identificazione o provocati dalla paredolia,nonostante che alcuni rapporti provenivano da controllori del traffico aereo e piloti commerciali considerati essere delle persone addestrate a scrutare il cielo con occhio attento. L'isteria sui dischi volanti si e’ poi diffusa con l'inizio della guerra fredda, portando molti a ipotizzare che i misteriosi avvistamenti erano da attribursi a degli aerei sovietici ostili.A seguito di una richiesta ufficiale inoltrata dall'Air Force, il tenente generale Nathan Twining divulgo’ una nota verso la fine del 1947 attraverso la quale descriveva il fenomeno "disco volante" come "qualcosa di reale e non visionario o fittizio."
Con quella nota,il tenente generale Nathan Twining suggeriva ai militari di iniziare un'indagine sull’origine degli avvistamenti.Nel 1948, l'Air Force aveva avviato "Il Progetto Sign ", il primo di tre progetti attraverso il quale i militari avevano l’obbligo di raccogliere e analizzare le segnalazioni su tutto ciò che avrebbero potuto essere classificati come "oggetti volanti non identificati." 
Gli investigatori del Project Sign erano giunti alla conclusione che gli UFO non erano il prodotto tecnologico di qualche Nazione a est della Cortina di ferro poiche’ le loro caratteristiche di volo non corrispondevano affatto con quelle di un qualsiasi aereo, per cui alcuni investigatori erano arrivati al punto di abbracciare l'idea che gli UFO non sono di questo mondo. 
Secondo l’ufficiale dell’ Air Force Edward Ruppelt e altri come lui che hanno studiato gli UFO per conto del governo, il Project Sign prodotto nell'estate del 1948 doveva speculare sul fatto che gli avvistamenti in questione avrebbero potuto fornire la prova dell’esitenza di viaggiatori "interplanetari" a bordo di navicelle extraterrestri.L’Air Force presumibilmente aveva respinto e distrutto il documento sulla base del fatto che non vi era alcuna prova che potesse avvalorare le loro conclusioni. 
Ad oggi, nessuna copia della relazione e’ stata recuperata,Il Project Sign è stato terminato nel tardo 1948 e sostituito da Project Grudge, che fu poi succeduto nel 1951 dall’ ormai famoso Progetto Blue Book. La Wright-Patterson Air Force Base vicino a Dayton, Ohio,il Blue Book e’ servito come repository principale del governo per gli avvistamenti di fenomeni aerei non identificati.Nel corso dei successivi 18 anni, la sparuta squadra di esperti aveva studiato migliaia di rapporti recandosi spesso sul luogo dell’avvistamento per intervistare gli americani che avevano avuto incontri ravvicinati con i dischi volanti, razzi a forma di sigaro e abbaglianti luci notturne. L'era "Blue Book" era iniziata con clamore dopo che il Project Sign e Project Grudge avevano registrato in media solo 170 avvistamenti UFO nel corso di un anno, che nel 1952 aveva raggiungevano un inedito picco di 1.501 avvistamenti. 
Forse il più straordinario di tutti è quello segnalato nel mese di luglio 1952, quando una serie di insoliti puntini luminosi avevano illuminato improvvisamente gli schermi radar in tutta la citta’ di Washington provocando lo sconcerto tra il personale militare DC che in quell’occasione aveva rilevato nel cielo la comparsa di misteriosi oggetti volanti mentre i loro piloti avevano riferito di aver visto delle luci danzare nel cielo notturno. 
Sulla scia degli avvistamenti, la US Air Force aveva tenuto una conferenza stampa durante la quale il maggiore generale John Samford aveva dichiarato che il governo era intenzionato a indagare sulle relazioni fatte da "osservatori credibili di cose relativamente incredibili". Il generale Samford era dell’idea che le manifestazioni UFO segnalate a Washington potrebbero essere state provocate dagli sbalzi di temperatura per via degli strati di aria calda nell’atmosfera determinando in questo modo delle aberrazioni radar.
Il generale Samford ha assicurato agli americani dichiarando;"Gli UFO non sopportano quelle minacce che possono mettere in pericolo la sicurezza degli Stati Uniti. "

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...