I dischi volanti di Papua, Nuova Guinea;turisti spaziali o suggestione di massa?

ufo-padre-gill
Nel mese di aprile 1959 un rispettato sacerdote anglicano chiamato Padre William Gill che lavorava come missionario nel villaggio di Boianai in Papua Nuova Guinea, vide una strana luce sorvolare una montagna lontana.
Questa stessa luce riapparve la sera del 26 giugno, ma questa volta, padre Gill era in piedi davanti alla sua missione, a fianco di molti altri testimoni. 
Mentre la luce si avvicinò a loro, è emerso che si trattava di un grande oggetto a forma di disco, che sembrava avere sotto di esso quattro grandi supporti per l’appoggio sul terreno.I testimoni avevano notato quello che sembravano essere quattro figure aliene muoversi sul ponte superiore dell'oggetto.
Lo strano aeromobile era rimasto nelle vicinanze per 45 minuti prima di sparire per poi tornare un'ora più tardi accompagnato da altri oggetti volanti molto luminosi. Dopo essersi librati sopra la zona per quattro ore, gli oggetti scomparvero di nuovo mentre la sera seguente un altro oggetto piu’ grande e due piu’ piccoli fecero ritorno al villaggio ancora una volta. Questa volta, Padre Gill e uno dei suoi compagni decisero di sventolare le braccia in segno di saluto verso le figure aliene abbardicate sul ponte dell’oggetto che sorprendentemente risposero al saluto. 
La notte successiva, un totale di otto UFO si erano materializzati sul villaggio, anche se questi erano gli ultimi che i testimoni avrebbero visto. Prima che gli oggetti scomparissero, un grande suono metallico era stato sentito sul tetto della missione, come se qualcosa si fosse schiantato senza provocari danni . Questa storia è stata raccontata da più di tre dozzine di testimoni, tra cui Padre Gill e rimane uno degli avvistamenti UFO più credibili (o incredibili?) della storia.
Fonte di riferimento:coolinterestingstuff.com

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...