I nuovi Zeppelin come piattaforma scientifica per lunghi soggiorni in alta quota?

Jet Propulsion Laboratory
Noti anche come Zeppelin in onore del progetto pionieristico sviluppato dal tedesco Ferdinand von Zeppelin,i dirigibili hanno avuto un breve ma spettacolare apice solo nei primi anni del XX secolo.
Jason Rhodes Jet Propulsion Laboratory
La manovrabilita’ di questi velivoli ottenuta grazie ai loro motori ha fatto la differenza rispetto ai semplici palloni ,differenziandosi anche per le loro dimensioni superiori a quelle di un aereo di linea Boeing 747. 
I dirigibili hanno raggiunto significativi record nel campo dell’aviazione, rivaleggiando in passato con l'aereo nascente che doveva essere ancora perfezionato, le cui enormi dimensioni avevano fatto credere all’epoca che questo nuovo mezzo di locomozione avrebbe potuto rappresentare il futuro del trasporto aereo. Il pericolo costituito dall’utilizzo dell'idrogeno e altri svantaggi, ne hanno ridimensionato il ruolo venendo surclassati dai primi aerei a motore.
Ci sono stati diversi tentativi di creare una nuova generazione di grandi dirigibili in modo da sfruttarne la potenza e di utilizzarli grazie alle moderne tecnologie che gli avrebbero consentito di superare gli svantaggi subiti da molti zeppelin nei primi anni del Novecento. Ora, la NASA si è interessata alla questione visto che molti scienziati dell’Agenzia Spaziale e di altre istituzioni hanno in mente di costruire enormi dirigibili in grado di rimanere per un lungo periodo di tempo in aria e ad alta quota, in modo da essere adibiti come piattaforme per gli esperimenti scientifici.
Questi dirigibili avranno alcuni vantaggi che gli aerei e razzi sonda non possono offrire oltre ad essere più convenienti rispetto alle navicelle spaziali. 
Ad esempio, su un dirigibile di questo genere, puo’ essere installato un telescopio con cui ottenere immagini ad alta risoluzione di stelle e altri oggetti celesti. Gli scienziati che studiano la Terra potrebbero beneficiare dei dati raccolti dai dirigibili d'alta quota per studiare i cambiamenti climatici e le condizioni del tempo. Sarebbe fattibile rielaborare nuovi modelli di monitoraggio meteo grazie all’invio di questi dirigibili sopra le aree colpite da un uragano.  
Un satellite non e’ in grado di ottenere gli stessi risultati perché la sua orbita non può essere modificata con la stessa flessibilità e velocità. 
Possono essere utilizzati anche per delle possibili applicazioni commerciali. 
Ad esempio, le società di telecomunicazioni potrebbero usare questi velivoli per fornire l'accesso a Internet in alcune aree remote grazie al sistema di comunicazione wireless . Jason Rhodes, un astrofisico presso il Jet Propulsion Laboratory (JPL) di Pasadena, in California, è uno dei principali promotori di questo progetto sviluppato all'interno dell'agenzia spaziale.
Un'indagine dell'Istituto Keck for Space Studies, con sede nella stessa città degli Stati Uniti,condotta nel 2013 da un team di scienziati, ha dimostrato che non vi è un sostanziale interesse per l'uso del dirigibile per le future applicazioni accademiche e industriali. 

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...