martedì 13 gennaio 2015

Interrogazione Parlamentare UFO

 image
image
 Anche se la notizia risale al 2012 ritengo opportuno condividerla con gli Amici (non Italiani) allegando questa interrogazione parlamentare con la quale [Si chiede] se i Ministri interrogati sono informati dei fatti esposti in premessa che, ad avviso degli interroganti meritano un approfondimento e, se dispongano notizie in merito, nonché se il Governo intenda reperire elementi anche sul piano internazionale sull’argomento esposto, come ad esempio l’esistenza dell’Area 51, se l’Italia disponga e dove di eventuali strutture delle Forze armate o di altri Corpi dello Stato dediti allo studio del fenomeno ufologico,se siano stati prodotti documenti e relazioni riservati in ambito nazionale o Nato, se infine in Italia si possa prevedere la creazione di una struttura dedicata munita dei requisiti di trasparenza pubblica”.
   Atto Camera
Interrogazione a risposta scritta nr.4-19252 
presentata da GIUSEPPE VATINNO 
giovedì 20 dicembre 2012, seduta n.737

VATINNO e BARBATO. - "Al Ministro della difesa, al Ministro degli affari esteri. - Per sapere -premesso che:presso l'Onu, Organizzazione delle nazioni unite sarebbe sorto l'Unoosa, Ministero degli affarispaziali e Mazlan Othman, l'astrofisica malese sarebbe stata messa a capo della struttura con il fine di accogliere gli extraterrestri (la stampa.it, 29 settembre 2010);la nomina sarebbe avvenuta in occasione della conferenza della Royal Society Kavli foundation nelBuckinghamshire, in cui la Othman avrebbe anche presentato il proprio «piano». La divulgazione dei progetti seguiti dall'astrofisica, che è stata a capo dell'agenzia spaziale malesiana con cui ha organizzato la preparazione al lancio del primo astronauta del suo Paese, si sarebbe resa necessaria data la scoperta di centinaia di nuovi pianeti che, secondo la stessa scienziata,«aumenterà le possibilità di rilevare la presenza di vita extraterrestre nel cosmo». 
E questo significa che l'Onu deve essere pronto a coordinare la risposta dell'umanità a un eventuale «primocontatto», come riportato dal Telegraph; Dimitri Medvedev, premier della Federazione russa, - un lancio agenzia Ansa 9 dicembre 2012 riferisce che nel corso di un fuori onda televisivo - avrebbe detto ad un giornalista che insieme alla valigetta con i codici nucleari, gli sarebbe consegnato una speciale cartella «top secret». 
«Questa cartella contiene solo informazioni sugli alieni che hanno visitato il nostro pianeta». «Inoltre, gliviene consegnato un rapporto del servizio segretissimo che esercita il controlla sugli alieni sulnostro territorio nazionale», aggiunge Medvedev, secondo cui «informazioni più dettagliate suquesto argomento potete ricavarle dal noto film "Men in Black"», «però non vi dirò quanti di lorosono fra noi perché questo creerebbe panico», ha aggiunto il premier;Ronald Reagan, 40° Presidente degli Stati Uniti d'America, ad otto anni dalla scomparsa, l'excollega Shirley MacLaine ha rivelato che: «Reagan lasciò la carriera di attore per gettarsinell'arena politica proprio dopo un incontro ravvicinato con un entità aliena che lo impressionòmolto. Erano i primi anni '50, lui e la moglie Nancy erano attesi ad un party organizzato dall'attoreWilliam Holden. 
Arrivarono in ritardo, molto eccitati. All'amica Lucilie Ball (star della serie tv "I loveLucy", in Italia "Lucy ed io") raccontarono la loro incredibile avventura: si erano fermati sullasuperstrada che porta a Los Angeles per osservare un disco volante in fase di atterraggio. Nella versione riferita dalla Ball, l'evento già abbastanza eccezionale si concludeva così. Invece, ora la 78enne MacLaine ricorda di aver sentito dalla collega quel dettaglio in più, sconvolgente. Dall'astronave sarebbe uscito un E.T. che rivolgendosi all'attore lo avrebbe invitato ad abbandonare Hollywood per concentrarsi sulla politica, probabilmente profetizzandogli un luminosof uturo. In effetti, da lì a poco Reagan smise di recitare. Come si sa, dal 1967 fino al 1975 ricoprì lacarica di Governatore della California e poi, dal 1981 al 1989, venne eletto per due mandati consecutivi alla Casa Bianca. 
Bè, l'alieno aveva visto bene. Non fu quello però l'unico avvistamento straordinario che Ronald Reagan avrebbe fatto. Quando era ancora governatore, nel 1974, stavavolando a bordo di un Cessna Citation diretto a Baskersfiled. A bordo, oltre al pilota Bill Paynter,c'erano anche due guardie del corpo. Tutti e quattro gli uomini ad un certo punto notarono una strana luce bianca nel cielo che sembrava seguirli. «Appariva lontana alcune miglia - riferì il pilota -ma poi all'improvviso accelerò, sembrò allungarsi e poi sparì di colpo. Tutti sull'aereo rimanemmo sorpresi.
Quell'Ufo era passato in un istante da una normale velocità di crociera ad una velocità straordinaria»;il 23 giugno 2006 nel corso della conferenza stampa della prima giornata del seminario internazionale intitolato Media between Citizens and Power («I media fra i cittadini ed il potere»)tenutosi all'Isola di San Servolo presso il polivalente centro congressi di proprietà della provincia diVenezia, l'ex premier sovietico Michail Sergeevich Gorbaciov ha risposto alle domande di una quarantina d'inviati di testate nazionali e locali, e di radio e televisioni. Il seminario internazionale (durato due giorni, dal 23 al 24 giugno 2006) è stato patrocinato dalla provincia di Venezia e dalWorld Political Forum fondato dallo stesso Gorbaciov. La penultima domanda (precedente a quella dell'inviato di Rainews24) è stata posta da Luca Scantamburlo, inviato del Gruppo Editoriale Olimpia per le riviste Tecnologia&Difesa ed UFO Notiziario. 
Il quesito rivolto al grande statista russo concerneva alcune dichiarazioni pubbliche di Ronald Reagan in merito alla possibilità di una«minaccia aliena» alla Terra proveniente «da un altro pianeta», eventualità che avrebbe aiutato gliuomini a riconoscere il legame che li affratella (discorso ad un liceo nel Maryland il 4 dicembre1985, e speech a New York alla 42ma Assemblea Generale dell'ONU il 21 settembre 1987);durante il quesito in conferenza stampa l'ex premier Gorbaciov è intervenuto interrompendo il giornalista e, riferendosi a Reagan, ha affermato: 
«Fra le altre cose ne ha parlato una volta anche con me»; l'inviato ha replicato: «A Ginevra nel 1985», senza essere smentito dall'ex premier alquale ha infine chiesto un commento alle sconcertanti dichiarazioni rilasciate l'anno scorso all'Università di Toronto da Paul Hellyer, ex ministro della difesa canadese (vedasi il servizio diMaurizio Molinari per La Stampa di Torino, 26 novembre 2005, Esteri, pagina 10), il quale ha parlato della possibilità di un'imminente «guerra intergalattica» alla quale gli Stati Uniti si starebbero segretamente preparando; Winston Churchill, primo ministro del Regno Unito dal 1940 al 1945 e successivamente dal 1951 al1955, noto statista e stratega, Churchill, ex ufficiale dell'esercito britannico - il 6 agosto 2012 ilcorriere.it informa i lettori che - «Ai dischi volanti, Churchill fu iniziato nel 1912: nel cielo diSheerness, in Essex, sopra la base-scuola della Royal Navy qualcuno osservò un oggetto stranoche luccicava e rimase stordito. Forse era un velivolo ma non avendo mai visto cose del generequel testimone lanciò l'allarme e la faccenda finì persino alla Camera dei Comuni. Fu tale lospavento che il Parlamento ordinò al primo Lord dell'Ammiragliato, il trentottenne Winston Churchill, di venire a capo della inquietante intrusione. Se ne occuparono i servizi segreti della flotta di sua Maestà che però non riuscirono a dare una spiegazione esauriente del fatto. E, così, si preferì soprassedere. Allucinazioni visive? Invasione dallo spazio? 
Un bel po' di anni dopo, ci raccontano i documenti storici resi pubblici ieri dall'Archivio Nazionale di Stato, Winston Churchillfu costretto di nuovo, e in diverse occasioni, a occuparsi di Ufo. Se nel 1912 non vi aveva prestato più di tanta attenzione e probabilmente non se ne era nemmeno preoccupato, questa volta il leader conservatore, divenuto nel frattempo capo del governo, pensò di andarci cauto e di non sottovalutare gli avvistamenti segnalati.»;Jimmy Carter, il 39° presidente degli Stati Uniti d'America, in carica dal 1977 al 1981, durante la campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, promise di aprire al pubblico e svelare i segreti della cosiddetta «Camera D» del Pentagono: l'archivio sugli ufo del governo americano.
Carter, subito dopo la laurea in fisica si era occupato del fenomeno ufo affermando di essere statoprotagonista di un incontro ravvicinato. Gli studiosi gli credettero. 
Eletto alla carica di Presidente degli Stati Uniti, Jimmy Carter non mantenne la promessa;con Area 51 si intende - riferisce il corriere.it a firma Antonio Carioti datato 8 luglio 2011 - una base militare segreta nel Nevada, che sorge presso il letto di un antico lago salato, Groom Lake,distante 150 km da Las Vegas. Si dice che là siano stati trasportati i resti di un disco volante,comprese le salme dei suoi passeggeri alieni, precipitato a Roswell (New Mexico) nel luglio 1947.In effetti le versioni ufficiali delle autorità americane sulla vicenda non sono mai apparse del tutto convincenti. E sulle attività di Area 51 grava ancora una cappa di mistero. Ma non è detto che dietro ci sia una vicenda di contatti con gli extraterrestri. Il documentario «Inside Area 51», in ondasu National Geographic Channel (canale 403 di Sky, ore 21.10), punta piuttosto i riflettori sul lato nascosto della guerra fredda. 
Per la prima volta si confessano davanti alle telecamere piloti,tecnici, ufficiali e agenti segreti operanti nella base, tra cui l'ex comandante di Area 51, HughSlater, e l'ex vicedirettore della Cia, Albert Wheelon. Si parla di test atomici, voli sperimentali,collaudi di nuovi prototipi (dal famoso U2 al misterioso Oxcart) per lo spionaggio ad alta quotasull'Unione Sovietica. Venne sperimentato a Groom Lake anche un mezzo a quattro ruote poiusato dagli astronauti sulla luna. Realizzata con la consulenza di Annie Jacobsen, autrice del saggio investigativo «Area 51», uscito in maggio negli Stati Uniti e recensito dal New York Times,la trasmissione fornisce molte informazioni interessanti. 
Ma non pretende di dire una paroladefinitiva sugli enigmi di Groom Lake. Anzi termina con le dichiarazioni di due protagonisti cheammettono di aver rivelato «solo una parte della storia». Viene da pensare che abbiano taciuto proprio gli aspetti più intriganti. 
Che magari potrebbe davvero riguardare gli alieni -:se i Ministri interrogati sono informati dei fatti esposti in premessa che, ad avviso degli interrogantimeritano un approfondimento e, se dispongano notizie in merito, nonché se il Governo intendareperire elementi anche sul piano internazionale sull'argomento esposto, come ad esempiol'esistenza dell'Area 51, se l'Italia disponga e dove di eventuali strutture delle Forze armate o di altri Corpi dello Stato dediti allo studio del fenomeno ufologico, se siano stati prodotti documenti erelazioni riservati in ambito nazionale o Nato, se infine in Italia si possa prevedere la creazione diuna struttura dedicata munita dei requisiti di trasparenza pubblica.(4-19252)."
© Fonte di riferimento:.scribd.com

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.