La British Rail è riuscita a brevettare un disco volante

 
flying-saucer-620x264
La British Rail la rete ferroviaria nazionale della Gran Bretagna. ha cercato sempre di affrontare la questione dei treni che non arrivano in orario. Forse, una semplice forma di tecnologia e un nuovo sistema di locomozione potrebbe risolvere questo problema.Sembra che per la British Rail è un momento particolarmente difficile per ottenere i risultati del lavoro fatto.
Ci si potrebbe chiedere, come ha fatto la British Rail a considerare la possibilità di avviare dei progetti per i viaggi nello spazio visto che i suoi treni arrivano sempre in ritardo? Nel 1970, l'aspirazione della British Rail era quella di costruire e brevettare un disco volante . Con un brevetto concesso nel marzo del 1973, Charles Osmond Frederick aveva progettato un velivolo che utilizzava la fusione nucleare come fonte di energia. 
Charles aveva previsto di stabilizzare il veicolo con dei raggi laser generati in impulsi oltre a sviluppare particelle subatomiche magnetizzate per dare portanza e spinta al disco volante. In questo modo i passeggeri otterrebbero protezione dalle radiazioni attraverso una copertura in metallo che avrebbe dovuto rivestire lo scafo.  Sulla base della legge della fisica, l'idea sarebbe stata molto difficile da mettere in pratica. 
Inoltre, il brevetto è scaduto nel 1976 per cui il progetto non è mai stato realizzato anche perché molti si chiedevano se quell'idea valesse veramente la pena brevettare.
Il famoso personaggio di Youtube Tom Scott afferma che tutte le idee che sono particlarmente originali e strampalate vale la pena brevettare anche se possono sembrare un po' folli.
Fonte di riferimento:.latest-ufo-sightings
© Fonte Video:Tom Scott

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...