lunedì 23 febbraio 2015

Qual’e’ l’interesse degli UFO per le basi militari?

ufo military base
È risaputo ormai da tutti il notevole interesse che manifestano gli Ufo per le basi militari: di questa loro curiosità ne sono consapevoli anche i militari. Alcuni pensano che capire il loro grande interesse per le strutture militari permetterebbe di far luce sulle loro vere intenzioni, chiunque essi siano.

ufo military base.
Quando si tratta di descrivere gli incontri con gli UFO in prossimità delle basi militari, spesso è difficile sapere da dove cominciare.
Per avere qualche idea del fenomeno basta ricostruire alcuni episodi avvenuti negli ultimi 50 anni.Il 12 febbraio 1962 a Winnemucca Afb, Nevada, Stati Uniti d'America un oggetto volante non identificato è stato rintracciato e avvistato da testimoni militari su un campo d'aviazione.
Il 2 aprile dello stesso anno a Goose Bay, Labrador, Canada, un oggetto volante è stato agganciato dai radar e rilevato da testimoni militari in servizio presso un campo d'aviazione. 
L'incidente di Telstar 1 ha coinvolto un '' oggetto sommerso non identificato '' (OSU) rilevato dal personale dell' USS Wasp attraverso i radar della base.
Il 29 gennaio, un intercettare F86 della Royal Air Force è stato inseguito da un UFO sopra l'Olanda orientale.All'evento hanno assistito sei membri delle forze armate e l'UFO è stato rilevato anche dai radar di terra e di bordo.
Sempre quello stesso anno un altro oggetto volante non identificato è stato osservato da sei testimoni militari in prossimità di una struttura militare. Come si può vedere è stata notevole l'attività Ufo in un solo anno. Le persistenti incursioni degli Ufo presso le basi militari sembrano essersi protratte per lungo periodo di tempo il che mostra il loro particolare interesse per queste strutture. Alcuni militari hanno anche affermato che in diverse occasioni gli UFO avrebbero manomesso le armi nucleari, un caso come quello di PhD. Bob Jakob, un ex ufficiale dell'Air Force che ha dichiarato che un UFO aveva sparato un fascio di luce su una testata nucleare, disabilitandola.
L'incidente di cui sopra è stato documentato attraverso alcune riprese video che subito dopo sono state confiscate dai vertici militari. Giusto per avere un'idea di come grande è il problema, Robert Salas, insieme al ricercatore UFO Robert Hastings, si sono riuniti pochi anni fa per ospitare una conferenza stampa al National Press Club con lo scopo di affrontare il problema delle interferenze degli UFO con gli impianti missilistici nucleari verificatisi nel corso degli anni.Questa interferenza, ampiamente nota e ben documentata è palesemente contraddittoria per via delle ripetute dichiarazioni dei militari degli Stati Uniti che ufficialmente non mostrano alcun interesse per gli UFO. Secondo Hastings, più di 100 ex militari della US Air Force che facevano parte del personale dell' installazione delle armi nucleari si sono fatti avanti con le informazioni relative all'interesse degli UFO per le basi militari.
Negli ultimi tempi numerose sono state le persone di rango militare nel farsi avanti denunciando il fenomeno. Il Dipartimento della difesa nazionale canadese nel corso degli ultimi anni ha mostrato un grande interesse per la questione UFO. Nel mese di agosto 1976 gli inquirenti della Air Defense Chiefs hanno ammesso:" Abbiamo rintracciato un UFO mentre veniva intercettato dai Jets militari". 
Il pilota Peruviano dell'Air Force Commander ,Oscar Alfonso Huertas descrive un incontro avvenuto con un oggetto volante non identificato, mentre pilotava il suo Sukhoi S-22 jet sopra la base militare di La Joya Base nel 1980. 
Non è stato solo il pilota peruviano, naturalmente, ad essere coinvolto nell' avvistamento, visto che gli altri membri della base, hanno assistito a questo straordinario incontro. Per non parlare del famoso incidente UFO avvenuto nella foresta di Rendlesham quando un oggetto volante di origine sconosciuta è stato visto da una piccola squadra di militari sotto il comando del colonnello Halt che ha studiato il caso e registrato l'evento nel famoso 'Halt memo'.
Oppure il famoso incidente di Teheran in cui un UFO è stato avvistato nel cielo notturno sopra Teheran. In quell'occasione un jet intercettore venne fatto decollare con lo scopo di intercettare l'UFO che in qualche modo aveva disattivato l'elettronica a bordo dell'aereo , probabilmente per via dell'emissione di un forte campo elettromagnetico. Nel mese di agosto 1956 i radar delle basi dell'Air Force di Bentwaters e Lakenheath agganciarono degli obiettivi che mostravano un comportamento di volo particolarmente irregolare. 
Secondo le testimonianze, i gruppi di oggetti si muovevano attraverso i cieli eseguendo incredibili gesta aerodinamiche le cui capacità di volo andavano ben al di là di quelle di qualsiasi aeromobile conosciuto (secondo i testimoni). 
Le immagini radar sono state corroborate da avvistamenti da terra e dall'aria e anche da un pilota di un C47, che ha visto un UFO mentre volava proprio sotto il suo aereo. Appena la base di Lakenheath informò la stazione RAF alcuni caccia di Wimbledon furono fatti alzare in volo per intercettare gli intrusi. Iniziava così una caccia come quella del gatto con il topo che veniva seguita da terra dal personale della torre di controllo che assisteva ai tentativi del pilota di avvicinarsi a uno di questi oggetti volanti. 
Il pilota aveva tentato di abbattere l'oggetto non identificato con ogni mezzo possibile senza riuscirvi. Forse una delle cose più interessanti da notare, è che questo incidente ha coinvolto diverse installazioni radar militari.
La sera del 30 e 31 marzo 1990 i rapporti del Centro di controllo di Glons (CRC) confermavano l'avvistamento nel cielo sopra il Belgio di strani oggetti triangolari,dopo aver ricevuto alcune segnalazioni sulla comparsa di luci insolite e brillanti come stelle che sembravano cambiare colore. Dopo aver ricevuto una seconda conferma radar, due caccia F-16 si sono alzati in volo per intercettare gli oggetti volanti non identificati rimanendo in volo per più di un'ora. In tre occasioni i radar erano stati oscurati soprattutto quando l'UFO aveva accellerato bruscamente  cambiando posizione.
L'oggetto aveva accelerato da 150 mph a più di 1.100 mh mentre cambiava altitudine e da 9.000 ft a 5000 ft arrivando a una quota di 11.000 metri in meno di 2 secondi. Durante tutto il tempo, più di 13.000 persone hanno assistito all'evento da terra. Gli oggetti sono scomparsi dagli schermi radar dopo un'ora costringendo gli F-16 a fare rientro alla base. 
Nel 1952, lo stesso anno in cui si verificò il famoso avvistamento di Washington, il sergente Roland Hughes stava tornando alla sua base dopo una missione di addestramento, quando noto' uno "scintillante, disco metallico" che sembrava seguirlo. Il sergente ha poi descritto il disco dall'aspetto lucido, altamente riflettente e dalle dimensioni di un bombardiere Lancaster. 
Il disco scese verso di lui accompagnandolo per un breve tratto di strada prima di sfrecciare via a un incredibile velocità. L'oggetto è stato inoltre agganciato dai radar in modo da avere due elementi di prova che vanno di pari passo con la testimonianza del sergente. I controllori hanno confermato che l'oggetto aveva viaggiato a una velocità impossibile per qualsiasi aeromobile del tempo.
Per quanto riguarda gli UFO e le basi militari, si potrebbe discutere ancora per molto tempo visto che sono innumerevoli i casi di questo genere. 
Si comincia a capire solo adesso che probabilmente non vi è verità in ciò che ha detto Lee Katchen, un fisico atmosferico della NASA secondo il quale lo screening degli UFO ' non dovrebbe essere considerata una minaccia né un pericolo. "Se una grande percentuale di basi militari sono state oggetto di incursioni da parte degli Ufo, cosa che avviene da molti anni, si potrebbe pensare, che alla fine, tutto potrebbe rientrare nella norma".
Fonte di riferimento:nyufo.bravesites.com
http://www.cufon.org/cufon/foia_008.htm

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.