giovedì 26 febbraio 2015

Tom DeLonge parla dell’Area 51 e di incontri ravvicinati con gli alieni

Tom DeLonge,,
Molte persone sanno da tempo che la star del pop Tom DeLonge dei Blink-182 ha una visione molto particolare del mondo e dell'universo.In una recente intervista, ha confidato non solo che era stato il bersaglio di una intercettazione telefonica orchestrata dal governo ombra, ma di essere convinto che i governi di tutto il mondo stanno nascondendo la verità sull'esistenza di intelligenze aliene (in cui crede fermamente fino a farla diventare una storia molto più grande di quella di Gesù Cristo), e di aver avuto un incontro ravvicinato con gli alieni vicino all' Area 51 in Nevada.

Tom DeLonge
 Us Magazine ha riferito lo scorso 19 Febbraio che il cofondatore e chitarrista dei Blink-182 Tom DeLonge ultimamente è molto impegnato su diversi fronti, tra questi non spreca un secondo per supervisionare tutte le sue attività (due rock band da seguire, due linee di scarpe e un sito di social networking) oltre a mantenere il suo sito web "Strange Times", mentre allo stesso tempo cerca di perseguire la sua grande passione - scoprire di più su quello che lui definisce "il fenomeno." 
Sinteticamente, "il fenomeno" l'artista lo interpetra come l'esistenza di intelligenze aliene che i governi mondiali della Terra conoscono molto bene le quali ci verrebbero nascoste (per paura che potessero provocare il panico di massa e lo sconvolgimento sociale). Allo stesso tempo e in modo graduale i governi stanno cercando di oscurare la conoscenza nel tessuto sociale , in modo che quando verrà annunciata ufficialmente l'esistenza degli alieni i cittadini del mondo avranno la convinzione di essere improvvisamente impazziti per via dello shock provocato da una simile notizia. Nella sua intervista con Paper Magazine , DeLonge ha parlato liberamente del suo interesse che va al di là della sua tradizionale attività lavorativa.
DeLonge riferisce che durante un'escursione nell'Area 51 decise di riunirsi con i suoi amici intorno a un falò, intenzionato a sperimentare alcune informazioni che aveva raccolto da un paio di contatti. Egli riferi'che la sua convinzione ancestrale è stata corroborata dalle parole di un professore universitario che era a conoscenza, tra l'altro, che la comunicazione di questo particolare fenomeno è correlata con la frequenza del pensiero interiore. L'artista riferisce che nel momento in cui la mente si sgombra da ogni pensiero negativo e entra in uno stato di torpore diventa più facile percepire queste invisibili presenze, un'esperienza vissuta personalmente dall'artista.
Secondo il ricercatore Ufo Josef Allen Hynek (per TheNightSky.org), l'esperienza di Tom DeLonge sarebbe classificata come un incontro ravvicinato del terzo tipo. Cioè, un incontro con gli alieni veri un sottotipo (un insieme di Esseri che sono stati studiati dal ricercatore UFO Ted Bloecher ) e classificati all'interno di un tipo di incontri ("D") durante i quali ebbe modo di notare la presenza di entità aliene. Tornando al presente, DeLonge riferisce che la mattina dopo, molti, ma non tutti, dei suoi compagni - riferivano di aver sentito una moltitudine di voci fuori dalla sua tenda. 
Le voci sembravano parlare in lingua inglese, anche se le loro parole erano incomprensibili. Era solo una esperienza provocata dal sogno condiviso con alcuni credenti che la pensavano come lui? Oppure era effettivamente qualcosa di ultra dimensionale?  Più avanti nell'intervista, DeLonge riferisce che molti hanno già avuto un contatto con gli alieni, tra cui alcuni governi della Terra.
Tuttavia, egli schernisce l'idea dei governi che lavorano con gli alieni come emerso dalle affermazioni di "alcuni teorici della cospirazione." Egli è convinto che dobbiamo attendere altri tre o quattro decenni prima che l'umanità possa comprendere i poteri derivanti dalla conoscenza della vita aliena,per cui ritiene che per poter arrivare a questo stadio cognitivo occorrera' ancora molto tempo. L'anno scorso, la NASA ha affermato che entro i prossimi due decenni verranno scoperte altre forme di vita nell'universo. Anche nella Città del Vaticano, il capo astronomo del Papa ha scritto che la vita aliena potrebbe esistere, e tale vita e la ricerca di essa, non contraddicono la fede in Dio.
 Fonte di riferimento:examiner.com

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.