sabato 11 aprile 2015

Ai piloti e’ vietato parlare di UFO

Aviation pilots ufo
Numerosi sono i Piloti dell'aviazione che riferiscono di aver visto degli oggetti volanti non identificati i quali non verrebbero menzionati nei loro rapporti per paura di cadere nel ridicolo e per non correre il rischio di essere licenziati o peggio ancora,ricoverati in un manicomio.


Aviation pilots ufo.

Secondo il Centro Nazionale per l'aviazione attraverso una relazione sulla Anomalous Phenomena (NARCAP)ad oggi sono stati documentati più di 3.500 avvistamenti di "oggetti volanti non identificati" che sarebbero stati visti sia dai piloti militari, commerciali e dai piloti civili.
Uno di questi avvistamenti ha visto coinvolto il capitano Jim Courant, un pilota commerciale con oltre 31 anni di volo il quale riporta quanto segue : 
"Numerosi sono gli avvistamenti che non sono mai stati riportati".
"Inoltre e' 'incredibile constatare la quantità di persone che sono a conoscenza di questo argomento e non hanno il coraggio di rivelarlo al pubblico"
Jim Courant ancora oggi viene contattato da molti piloti di aerei commerciali e militari, attraverso i quali e' venuto a conoscenza dei loro incontri con gli UFO, con la promessa di non parlarne pubblicamente in modo da garantire ai piloti e aglu altri testimoni l'anonimato affinche' non venissero ridicolirizzati e non cadere vittime di rappresaglie da parte dei superiori.
"Hanno paura, non tanto per il loro status o per le loro prestazioni pensionistiche, ma per qualcosa che potrebbe capitare alle loro famiglie", ha affermato Courant. 
Egli ha descritto l'esperienza di un pilota che nel 1980 stava sorvolando l'oceano pacifico con il suo 747 , quando improvvisamente si sarebbe imbattuto in un UFO che stazionava nel cielo proprio di fronte a lui. 
"Non credevo a quello che ho visto", ha riferito il pilota in occasione di un incontro con Courant. 
"Questa cosa era molto più grande del mio 747."
Courant ha aggiunto che in quell'occasione il pilota gli riferì che quando raggiunse la sua destinazione in Giappone, venne invitato nuovamente a parlare del suo incontro con il presunto UFO.
Courant ha rivelato di essersi imbattuto con l'UFO nel lontano 1995, mentre era in volo nei pressi di Albuquerque, New Mexico,quando insieme al suo co-pilota ha osservato un oggetto dalla forma ovale di colore azzurro blu e verde che si avvicinava all'areo.
"In un lampo di luce bianca, l'oggetto si è mosso ed e' scomparso improvvisamente seguendo una traiettoria ad angolo di 45 gradi."
In quell'occasione quattro altri piloti informarono la torre di controllo del traffico aereo riferendo di aver visto lo stesso oggetto.
Un pilota riferì che avrebbe potuto trattarsi di meteora,ipotesi subito scartata da Courant secondo il quale un oggetto simile non avrebbe potuto salire di quota. 
Quando venne chiesto al collega e co-pilota di  Courant di affrontare una conversazione telefonica su esplicita richiesta per la divulgazione dell'accaduto, l'equipaggio rifiutò di discutere e affrontare la questione.
Courant afferma che i piloti gli riferirono di aver visto una varietà di oggetti che apparivano e scomparivano a velocità impossibili se conftontati con le attuali tecnologie in possesso degli aviogetti convenzionali.
Le relazioni comprendono alcuni avvistamenti di aeromobili sigariformi e di forma triangolare, alcuni dei quali venivano menzionati come aventi le dimensioni di un grande vettore !
Il sito NAPCAR, co-fondato nel 1999 dal Dr. Richard F. Haines, un esperto riconosciuto in questioni UFO insieme a un ex scienziato capo presso il Centro di Ricerca Ames della NASA, è stato molto efficace nel segnalare gli avvistamenti che documentano quello che Courant afferma di sapere. Gli avvistamenti UFO sono solo "la punta dell'iceberg", in termini di ciò che è stato provato e ciò che si conosce sugli alieni.
"Sono a conoscenza di molte cose, per cui non posso parlare ne fornire le prove", ha concluso Courant.
Non è un mistero che in passato il governo degli Stati Uniti con le sue agenzie abbia tentato di depistare i numerosi incontri con delle entità aliene e "UFO" classificandoli come eventi fuori dal comune e poco comprensibili da parte della gente comune.
Quindi non c'è da stupirsi che i piloti sono ben informati su tutto ciò che stanno osservando mentre pilotano i loro aerei anche se sono obbligati a tacere.
Fonte di riferimento: ufoportugal

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.