venerdì 29 maggio 2015

La comparsa di misteriosi Sinkholes negli Urali e nella Russia

Una miriade di teorie circolano sulla formazione improvvisa dì enormi voragini che ultimamente si sono aperte sul territorio russo. Le ipotesi avanzate da alcuni teorici del complotto si concentrano sulla presenza di sotterranee stazioni missilistiche sovietiche collegate tra loro da gallerie che si snodano fino al centro della terra .
La loro presenza sarebbe avvalorata dalla comparsa nelle vicinanze dei monti Urali di grandi e misteriose doline. In un primo momento l'inquietante notizia potrebbe essere confermata dal fatto che la CIA ha concluso la sua attività di condivisione delle informazioni con gli scienziati sui cambiamenti climatici della terra. L'arresto di un programma che ha avuto inizio quasi un quarto di secolo fa, la Central Intelligence Agency (CIA) ha deciso di interrompere la condivisione di informazioni classificate che riguardano gli studi condotti sull'oceano e l'atmosfera in modo da tenere all'oscuro gli scienziati che studiano i cambiamenti climatici. 
La CIA ha concluso le sue valutazioni sui dati della Terra e sull'Analisi Ambientale attraverso il programma (MEDEA) , secondo quanto riportato da Mother Jones. Il programma MEDEA aveva permesso a circa 60 scienziati civili di avvalersi del nulla osta di sicurezza permettendo loro di benire in possesso di dati "classificati ", come la temperatura dell'oceano e le letture delle maree raccolte dai sottomarini della Marina e dati topografici raccolti dai satelliti spia", ha riferito il giornalista Tim McDonnell a allgov.com . 
Il programma fornito dagli esperti del clima ha il compito di studiare le nformazioni sul riscaldamento globale e altre minacce legate al clima, tutti dati estremamente riservati e non accessibili a tutti.
La CIA utilizza tali dati pttenuti da queste analisi in modo da studiare su come i cambiamenti del clima possano influire sulla società e quale impatto potrebbe avere sui conflitti globali.  Si ritiene che l'agenzia di spionaggio possa aver collaborato con gli scienziati del programma MEDEA in modo da venire in possesso dei risultati ottenuti dalle loro analisi, secondo quanto emerso da un rapporto Threat Assessment Worldwide annuale dell'agenzia. 
Il presidente Obama ha definito il cambiamento climatico "un rischio immediato per la sicurezza nazionale" e gli Stati Uniti ha esortato le agenzie di sicurezza a dare alla questione la massima priorità. 
Egli ha anche firmato un ordine esecutivo che richiede che i dati del cambiamento climatico possano essere sviluppati e condivisi tra le agenzie federali, e messi a disposizione del pubblico.  La CIA non ha precisato il motivo per cui le imposizioni del MEDEA, sono contenute nella seguente dichiarazione: 
"Nell'ambito del programma Medea che mira ad esaminare le implicazioni del cambiamento climatico, in cui anche ls CIA aveva partecipato in diversi di questi progetti che sono stati completati in modo da essere impiegati dalla CIA come risultati della ricerca condotta da esperti esterni in modo da valutare le implicazioni per la sicurezza nazionale che possono essere determinate dai cambiamenti climatici. " Qual'è il motivo per cui il programma è stato interrotto bruscamente? Perché è stata sospesa la condivisione delle informazioni classificate con gli scienziati civili che hanno completato il progetto?
Forse è stato scoperto qualcosa di inquietante che la CIA ci vuole tenere nascosto? Sembra improbabile che solo i cambiamenti climatici possano avere un impatto sui conflitti globali. Forse è in arrivo una minaccia dallo spazio che potrebbe avere un enorme impatto sul clima della Terra, con tutte le sue conseguenze per l'umanità? 
Il politologo della Columbia University Marc Levy, che ha lavorato con alcune agenzie di intelligence statunitensi in materia di cambiamenti climatici dal 1990, afferma: "I problemi del clima stanno peggiorando visto che i nostri sistemi di dati non sono attrezzati per gestire tale studio anche perché la chiusura di MEDEA non ha fatto altro che peggiorare le cose. "
Come già accennato in precedenza, le ultime notizie sui cambiamenti atmosferici e climatici provengono dalla Russia dopo che una grande voragine si è aperta vicino alle montagne degli Urali in Russia. Un comitato di emergenza deve ancora stabilire cosa abbia potuto provocare l'apertura di questo foro , anche se altre foibe misteriose sono apparse anche altrove nella regione. 
E' chiaro che qualcosa sta succedendo sil nostro pianeta e la CIA non vuole che la gente ne venga informata.
Fonte di riferimento:ufosightingshotspot

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.