martedì 26 maggio 2015

Straordinario avvistamento UFO sulla piramide di Chichen Itza, Messico

UFO  Chichen Itza,
L'investigatore Ufo, il messicano Pedro Avila ha immortalato alcuni oggetti volanti non identificati nel cielo sovrastante un sito archeologico dello di Yucatan in Messico.
Gli oggetti volanti sono stati avvistati lo scorso 2 e 3 Maggio 2015 mentre si libravano nel cielo sovrastante le antiche rovine Maya che caratterizzano il sito archeologico di Chichen Itza in Messico. 
In quest'immagine ci sono notevoli somiglianze con una foto scattata il 6 luglio 2005 da Jaime Melo, un residente di Porto Rico che in quell'occasione stava visitando la piramide di Kukulkan.
Nello stesso anno un turista argentino Alejandro Gabriel Garcia durante un tour nella penisola dello Yucatan ha fotografato un oggetto volante simile a quello avvistato dal ricercatore messicano. 
Questo ci porta a credere che gli avvistamenti UFO sono soliti verificarsi con una certa frequenza nelle regioni del Centro America, soprattutto in quelle particolari aree disseminate dalle antiche rovine Maya.
Dal momento che entrambi i testimoni affermarono che nessun oggetto era visibile nel cielo nel momento in cui furono scattate le foto, c'è da chiedersi che cosa erano veramente quegli insoliti intrusi volanti. Tra le tante città Maya frequentate dai turisti al giorno d'oggi, Chichen Itza conserva un posto speciale nella graduatoria. L'Antica città costellata da templi fu costruita sulla penisola dello Yucatan, ed è facilmente accessibile dalla strada asfaltata venendo da Merida, così come dal villaggio di Cancun mentre i più facoltosi possono sorvolare la zona a bordo di piccoli aerei.
Prima dell'arrivo degli spagnoli Chichen Itza è stato uno dei centri Maya più importanti dello Yucatan, e ancora oggi le sue rovine parzialmente restaurate sono impressionanti.  Per il culto di Kukulcan fu costruita una piramide strutturata in nove piattaforme costruite una sopra l'altra. 
La piramide domina la circostante area quadrata con i suoi lati di 55,50 metri che corrisponde a un antico calendario. Sulla piattaforma superiore in cui allo stadio terminale, c'è un piccolo tempio con due colonne. Poiché ogni scaletta contiene 91 gradini, per un totale di 91 x 4 = 364, insieme si arriva allo stadio superiore di 365 - il numero dei giorni all'anno. 
Inoltre, ciascun lato della piramide consiste di venticinque riccamente decorate lastre di pietra. Il numero 25 corrisponde al cerchio del calendario Maya.
Le rovine, che si estendono su un'area di 3 km², appartenevano a una grande città che fu uno dei più importanti centri della regione intorno al periodo epiclassico della civiltà maya, fra il VI e l'XI secolo.
Fonte di riferimento:extranotix
© Fonte Video:  Pedro Àvila R.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.