2015; l’anno del contatto alieno

coontatt alien
Gli astronomi hanno trasmesso un messaggio al sistema Altair semplicemente perché la sua vicinanza consentirebbe una risposta "rapida" qualora dovesse esistere qualche forma di vita aliena intelligente.
Ipotizzando una svolta immediata alla ricezione, gli alieni potrebbero rispondere con un "Cin cin", un segnale, che secondo i calcoli, dovrebbe arrivare sulla Terra nel 2015 sotto forma di posta elettronica. Gli astronomi affermano che il messaggio sarà la risposta a un segnale radio precedentemente inviato al sistema solare di Altair un quarto di secolo fa da Hisashi Hirabayashi, un astronomo giapponese.
Secondo il signor Hirabayashi la risposta potrebbe arrivare nel caso in cui gli esseri intelligenti possano aver ricevuto il messaggio decodificato il cui scopo era quello di segnalare la nostra presenza in questo immenso universo. 
Vale la pena ricordare che Altair si trova a 16 anni luce dal nostro pianeta. Hisashi Hirabayashi ha lavorato come scienziato presso l'osservatorio astronomico dell'Università di Tokyo. 
Al momento questa istituzione si chiama Osservatorio Astronomico Nazionale del Giappone. Nel 1983, insieme al suo collega Masaki Morimoto, ha inviato il messaggio utilizzando un radiotelescopio statunitense. Era il periodo in cui i giapponesi celebravano la festa di Tanabata, una festa tradizionale che segna l'incontro nel cielo notturno di Vega e Altair, due stelle che simboleggiano rispettivamente la dea Orihime e il dio Hikoboshi . Gli astronomi ritengono che il loro messaggio potrebbe essere arrivato a destinazione nel 1999, il cui contenuto comprendeva 13 immagini con delle codifiche binarie. Ogni immagine misurava 71 x 71 pixel e illustrava le caratteristiche del nostro sistema solare, la posizione del nostro pianeta, gli elementi chimici conosciuti, numeri interi e la base della struttura del DNA umano. 
Gli scienziati hanno anche cercato di spiegare il modo in cui le forme di vita si sono biologicamente evolute sulla Terra.
Secondo le teorie fornite dal Sig Hirabayashi, qualora un'intelligenza aliena fosse riuscita a interpretare e decodificare il messaggio, non è da escludere che possano aver inviato un messaggio di risposta. Tuttavia, l'astronomo giapponese non nasconde il suo scetticismo su una loro eventuale risposta .
"Credo che gli alieni esistono, ma sono difficili da trovare. Non abbiamo ancora osservato alcun pianeta all'interno del sistema solare di Altair, quindi è altamente improbabile che riceveremo una risposta ", ha dichiarato l'astronomo. 
Recentemente le immagini inviate dall'astronomo sono state rese pubbliche, essendo mancato da molti anni. 
Morimoto, che lavora presso l'Osservatorio Astronomico di Nishi-Harima, ha scoperto che tra le altre immagini inviate su Altair c'era una che includeva la formula molecolare dell'etanolo, con i caratteri kanji in riferimento a Kanpai, che è un brindisi giapponese di "evviva!". 
Secondo Hirabayashi, l'idea nacque mentre stava sorseggiando un drink. Inoltre egli scherza sul fatto che ci sono poche possibilità che gli alieni possano aver interpretato in modo corretta l'alcolico messaggio.
Fonte di riferimento:beforeitsnews
© Fonte Video: ComputerBooter150

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...