La storia aeronautica dei dischi volanti


Ala anulare di Lee Richard
Molto prima che Kenneth Arnold potesse dare inizio, suo malgrado, all'epopea moderna dei controversi dischi volanti, sembra che molto prima che si verificasse questa psicosi di massa, alcuni "dischi volanti" gia' svolazzavano maldestramente nei cieli Americani nonostante avessero poche cose in comune con le avanzate astronavi aliene provenienti da altre dimensioni.

Qualsiasi appassionato di storia dell'aviazione avrà riscontrato che alcuni schizzi di "dischi volanti" in realtà ritraggono semplicemente degli aerei dalla forma discoidale che più di una volta sono stati meglio descritti nei cataloghi dell'aviazione e su alcune pubblicazioni specifiche.
Leonardo Da Vinci aveva già abbozzato i contorni di alcuni veicoli circolari: i carri da guerra, fortezze mobili, e altri manufatti che se solo fossero stati capaci di volare,  allora gli avremmo potuto considerare degli antenati perfetti dei nostri "dischi volanti".Più tardi, nel 19 ° secolo, in Germania, come una prefigurazione dei famosi dischi volanti nazisti che hanno provocato agli ufologi moderni qualche emicrania,il matematico e teorico dell'aviazione August Wilhelm Zachariae, oggi dimenticato dalla storia aeronautica, aveva già sperimentato alcuni prototipi di questi velivoli dalla forma circolare.Nel 1922, Lee Richards, un inglese, ha sviluppato in Gran Bretagna un aeromobile ad ala circolare , che avrebbe dovuto essere in grado di raggiungere una velocità di 130 KMh e una velocità di rullaggio di circa 35 KMh.
Già nel corso del 1930 un certo numero di aeromobili ad ala circolare furono costruiti negli Stati Uniti, alcuni dei quali avrebbero confuso i futuri ufologi, che li presero come prova indiscutibile dell'UFO che si era schiantato sul suolo americano nel 1947 (caso Rosswel).
Nel 1932 H. Zimmerman aveva condotto alcuni test su una varietà di aeromobili ad ala circolare all'interno di una galleria del vento in modo da dimostrare la loro aerodinamicità'. 
I risultati di questi test sono stati pubblicati nella "Relazione tecnica 431," rilasciata dal NACA (oggi conosciuta come NASA), producendo una vera e propria sensazione di stupore dopo la creazione del brevetto US 2.108.093.  
In un altro di questi disegni pubblicato su alcune riviste aeronautiche tedesche, si evince che "il velivolo era dotato di particolari caratteristiche tali da consentirgli un breve atterraggio,"considerando che è stato uno dei primi velivoli progettati da Caldwell.
L'ex falegname, Jonathan E. Caldwell aveva imparato per conto suo i rudimenti dell'ingegneria aeronautica . La sua naturale attitudine per quella disciplina era tale che è riuscito a creare una società di produzione di aeromobili. La "The Grey Goose" - impresa di Caldwell - aveva progettato due tipi di aeromobili ad ala circolare.
Uno di questi prototipi era un piccolo elicottero con una fusoliera convenzionale, che montava sopra la cabina di guida un treppiede tenuto da un grande disco di quattro metri di diametro, dotato di lame sporgenti roteanti.
L'altro prototipo, che era di gran lunga più sofisticato, vantava una struttura strettamente somigliante a quella di un rocchetto, composto da due telai compensati da acciaio rinforzato che sembravano dei grandi contenitori per formaggi.
Entrambe le sezioni erano state progettate per ruotare in sensi opposti oltre ad essere dotate di pale molto corte che sporgevano intorno ai bordi e sfioravano la cabina del pilota appositamente allestita in prossimità del supporto motore.Nonostante il fatto che l'ala circolare contradinguesse i velivoli di prova di Caldwell, questi prototipi hanno cominciato ad essere presi seriamente in considerazione solo nel 1935, quando l'Università di Miami aveva sviluppato lo stesso design aerodinamico.
Nel mese di maggio 1949, ad alcuni ufficiali della US Air Force incaricati della raccolta di informazioni relative agli avvistamenti UFO fu fatta recapitare una lettera inoltrata da un cittadino del Maryland il quale sosteneva di aver acquistato alcune azioni della Gray Goose Company, una piccola ditta locale impegnata nella costruzione di velivoli simili ai " dischi volanti "solitamente sbandierati dalla stampa sensazionalista.Dobbiamo tenere a mente che due anni prima, il fenomeno psicosociale noto come UFO aveva avuto inizio con l'incidente di Rosswell datato 24 Giugno 1947. Sulla scia delle affermazioni della Marylander, un team dell'Air Force, accompagnato dalla Polizia del Maryland, ha visitato una vecchia fattoria situata in Glen Burnie, i cui proprietari avevano raddoppiato il fabbricato in modo da costruire un hangar per conto di una locale ditta di aeronautica della Caldwell. I resti di una coppia di velivoli ad ala circolare progettati da Jonathan Caldwell sono stati scoperti all'interno di una capanna sgangherata situata in questo sobborgo di Baltimora.
da Manuel Carballal
[Tratto dal suo libro Saucer Unveiled! 1995]

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...