domenica 14 giugno 2015

Le Grandi Piramidi viste dalla Stazione Spaziale Internazionale

piramidi egiziane di Giza
Le grandi piramidi egiziane di Giza viste dalla Stazione Spaziale Internazionale, il 10 giugno 2015. Credit: NASA / Terry Virts / @ AstroTerry
Nel suo ultimo giorno trascorso nello spazio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), l'astronauta della NASA Terry Virts è riuscito ad immortalare  una delle "Sette Meraviglie del Mondo",le Grandi Piramidi di Giza.

Terry Virts
L’Astronauta Terry Virts all'interno della Cupola a bordo della ISS,  dopo aver completato la missione Expedition 43 in oltre 199 giorni. Credit: NASA
Lo scorso 10 giugno 2015 Virts ha avuto modo di osservare le misteriose piramidi di Giza dal'oblò della Stazione Spaziale, poche ore prima di entrare nella Soyuz per fare ritorno sulla Terra dopo aver chiuso i boccaporti della navicella. 
L'astronauta ha postato sul suo account Twitter le spettacolari foto scattate dallo spazio affermando che le immagini sono state catturate mentre prestava servizio come comandante della stazione spaziale in esecuzione del programma Expedition 43 . Le tre piramidi di Giza che dominano il desolato e brullo paesaggio circostante appaiono straordinariamente belle . 
Le enormi strutture si trovano a circa 9 km (5 miglia) dalla città di Giza sul Nilo, e circa 25 km (15 miglia) a sud ovest della capitale egiziana del Cairo.La Grande Sfinge che si trova vicino al grande complesso delle Piramidi è visibile nella foto di cui sopra. L'astronauta Virts e i suoi compagni internazionali provenienti dalla Russia e Italia sono appena tornati sulla Terra in totale sicurezza dopo essere atterrati l'11 giugno 2015 nelle assolate steppe del Kazakistan. 
A quanto pare la Grande Piramide che si vede nella foto si è rivelata essere piuttosto sfocata nonostante che l'astronauta Virts abbia atteso sei mesi pur di cogliere l'occasione giusta per fotografare finalmente le splendide strutture che tanto desiderava immortalare dall'alto .
"Ho dovuto attendere gino all'ultimo giorno nello spazio per ottenere una buona immagine delle piramidi!" ha Twittato dalla ISS l'astronauta Virts. 
La missione multinazionale Expedition 43 era composta dal Comandante Terry Virts della NASA, i tecnici di volo Anton Shkaplerov della agenzia spaziale federale russa (Roscosmos) e Samantha Cristoforetti dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea). 
L'11giugno 2015, alle ore 06.20 gli astronauti si sono sganciati come previsto dal modulo russo Rassvet e dall'avamposto orbitante della navicella spaziale Soyuz TMA-15M, mentre volava a circa 250 miglia (400 km) sopra la Mongolia.All'inizio della missione, l'astronauta Cristoforetti è riuscita ad ottenere una visione più ampia delle Grandi Piramidi di Giza . 
È interessante notare come una civiltà moderna si protende fino a rimanere estasiata nell'osservare dell'alto le antiche piramidi. La più grande piramide, conosciuta come la Grande Piramide o Piramide di Khorfu fu costruita in 20 anni circa e terminata intorno al 2560 aC.Quando fu costruita la Grande Piramide misurava in altezza 146,5 metri (481 piedi) .Alla base ha una larghezza di 230,4 metri (765 piedi).
Tornando ai membri dell'equipaggio della missione Expedition 43 essi hanno trascorso quasi 200 giorni a bordo della ISS. 
Durante il loro soggiorno appena terminato a bordo della ISS all'insegna della missione Expedition 43, lastronauta Virts ha effettuato tre passeggiate spaziali per un totale di 19 ore e 2 minuti. La missione doveva durare quasi 200 giorni, per cui una serie di imprevisti hanno fatto in modo che si totalizzasse 212 giorni di permanenza nello spazio.
L'astronauta Virts è risultato essere un fotografo prolifico durante la sua permanenza in orbita. 
Egli ha scattato delle foto notturne, il rientro del veicolo Soyuz e una splendida panoramica della Terra ripresa dal finestrino della Stazione Spaziale .
Alla fine di Aprile il volo Expedition 43 è stato prolungato all'ultimo minuto a causa del fallimento del lancio di un razzo russo che trasportava la stazione di rifornimento Progress . La navicella da carico Progress 59, conosciuta anche come Progress M-27M, e' uscita fuori controllo dopo essersi separata dalla Soyuz-2. Il cargo e tutte le sue 2,5 tonnellate di contenuti destinati all'equipaggio sono state distrutte durante un volo incontrollato e il conseguente schianto sulla Terra avvenuto l'8 maggio.Come diretta conseguenza della proroga della missione, Cristoforetti detiene il record femminile per quanto riguarda le missioni spaziali visto che è rimasta nello spazio quasi 200 giorni contro il precedente record di 194 giorni, 18 ore e 2 minuti stabiliti dall'astronauta della NASA Sunita Williams un suo primo volo nel 2007.
La missione Expedition 43 ha visto la Cristoforetti essere la prima donna a fare un incursione nello spazio oltre ad essere la prima astronauta italiana .
Con la partenza dell'equipaggio dell'astronauta Virts, a bordo della Stazione Spaziale rimangono tre astronauti che hanno da poco iniziato la missione Expedition 44. 
L'equipaggio comprende l'astronauta della NASA Scott Kelly e i cosmonauti russi Mikhail Kornienko, uno dei due membri della prima missione della ISS e il cosmonauta Gennady Padalka.
Il prossimo equipaggio con tre astronauti verranno inviati nello spazio tramite la Soyuz il 23-25 ​​luglio 2015.
Il prossimo traghetto spaziale senza equipaggio, Drago CRS-7, volerà per conto della NASA e sarà fornito dal provider commerciale SpaceX.
Fonte di riferimento: universetoday

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.