venerdì 17 luglio 2015

Allarme rosso;evacuata la ISS a causa di detriti spaziali

'ISS detriti spaziali
L'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è stato incaricato di stabilirsi nel modulo d'attracco Soyuz a causa del passaggio di numerosi detriti spaziali, secondo quanto riferito dal portavoce del centro di controllo di volo russo (TSOUP).
"Eravamo stati avvertiti dagli esperti balistici della NASA dell'imminente passaggio di frammenti di detriti spaziali nei pressi della stazione. E 'difficile stabilire quale minaccia possa provenire da questi detriti, ma l'equipaggio è stato incaricato di mettersi al sicuro all'interno della capsula di salvataggio della Soyuz", ha dichiarato il portavoce del centro di controllo di volo russo. "L'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale ha ripreso il normale funzionamento dopo aver ricevuto il via libera dal centro di controllo e dopo aver superato la minaccia provocata dal passaggio dei detriti spaziali", ha aggiunto un portavoce della NASA in una breve dichiarazione.
Attualmente i due russi e un americano che si trovano a bordo della ISS sono riusciti ad assolvere correttamente alla procedura di evacuazione ordinaria. L'equipaggio ha la possibilità di rifugiarsi a bordo della capsula di salvataggio fino a quando non deciderà di lasciare la stazione spaziale in caso di pericolo. 
Secondo la NASA, questa è la quarta volta che l'equipaggio della ISS viene evacuata a titolo precauzionale.
Fonte di riferimento: sputniknews

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.