giovedì 2 luglio 2015

Le nuove specie che presto potrebbero dominare la Terra

humanoide
© source  image:Shutterstock
Gli scienziati avvertono, che gli esseri umani cesseranno quanto prima di essere i padroni assoluti della Terra visto che potrebbero essere sostiuiti da una nuova generazione di umanoidi particolarmente evoluti.
Tuttavia l'Homo Sapiens è ancora la specie biologica più sviluppata sulla Terra, anche se gli esperti non esitano a dire che è giunto il momento di dare un nome ai nostri futuri eredi, tra i quali figurerebbero delle nuove specie create appositamente dall'umanità stessa. 
Queste sono alcune delle creature che potrebbero governare il pianeta in un lontano futuro.
Questi esseri saranno molto 'Intelligenti' afferma il bioeticista canadese George Dvorsky, il quale sostiene che gli esseri umani hanno un imperativo morale il cui unico scopo è quello di aumentare il livello di intelligenza di altri esseri non umani, non appena gli strumenti tecnici permetteranno lo sviluppo di tale tecnologie.  Gli esperti sottolineano che è giunta l'ora di aiutare l'ecosistema in cui viviamo e di porre fine al vantaggio sleale da parte dell'uomo convinto ancora di poter soggiogare tutte le specie animali e la natura stessa . 
L'ipotesi della poltiglia grigia, che consiste nel crescente sviluppo della nanotecnologia molecolare solleva la possibilità che la razza umana potrebbe essere destinata a perire, vittima di una serie di robot in miniatura capaci di replicarsi in modo incontrollato e consumare tutta la materia vitale del nostro pianeta.
Caste genetiche
Il politologo americano Francis Fukuyama ritiene che l'idea di un 'transumanesimo', vale a dire il miglioramento da parte degli esseri umani dell'ingegneria genetica, è estremamente pericoloso. 
Egli sostiene che il suo sviluppo potrebbe significare la fine dell'uguaglianza tra gli esseri umani e della libertà di pensiero , messa a rischio da una nuova generazione di caste genetiche sviluppate da persone senza scrupoli e con elevate risorse materiali il cui intento è la progettazione di bambini dotati di capacità superiori.
Gli esperti di intelligenza artificiale come Stephen Hawking e Elon Musk, concordano sulle preoccupazioni circa i danni che l'intelligenza potrebbe arrecare agli esseri umani. 
"Le prime forme di intelligenza artificiale sono state utili per lo sviluppo di certi settori. Considerando il progressivo e spregiudicato l'avanzare di queste tecnologie non possiamo escludere che l'umanità potrebbe trovarsi di fronte al rischio di una possibile estinzione. 
"Le persone, nella loro lenta evoluzione biologica non saranno più in grado di competere con le loro creature geneticamente modificate le quali potrebbero prendere il loro posto", ha dichiarato Hawking. 
Alcune specie di umanoidi, anche se alcuni scienziati considerano improbabile tale possibilità, potrebbero dare il via a un nuovo processo evolutivo dell'umanità, per cui non è escluso che tra qualche migliaia di anni, gli umani dovranno confrontarsi con nuove specie di ibridi. 
Gli abitanti di altri pianeti e sistemi stellari potrebbero aprire la porta alla nascita di nuove specie di umanoidi appositamente adattati per fronteggiare le diverse condizioni planetarie.
Fonte di riferimento:Listverse
Immagine: Shutterstock

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.