mercoledì 19 agosto 2015

1909; Il misterioso dirigibile della Nuova Zelanda

Cigar_Shaped_Ufo___Rhode_Island_1967__37936
L'articolo qui sotto che è stato pubblicato sul quotidiano Tuapeka Times, l’11 agosto 1909, dimostra come gli oggetti volanti non identificati erano soliti manifestarsi anche in un'epoca in cui i nostri cieli erano praticamente sgombri dal volo degli aerei e soprattutto dai sempre più invasivi droni.
Questa storia vede protagonista un lavoratore agricolo di Greenvale che mentre alimentava i suoi cavalli in preparazione dell'aratura sentì uno strano ronzio che terrorizzo' gli animali. 
Cercando di scoprire quale fosse la causa, il contadino vide sopra di lui una specie di dirigibile . 
L'oggetto lungo circa 150 piedi era munito di strane luci poste nella parte anteriore e posteriore dello scafo. L'uomo corse a svegliare i suoi compagni, mentre il dirigibile si mosse così rapidamente che quando tornò a guardare le luci, queste erano quasi scomparse in lontananza rendendosi appena visibili all'orizzonte. Dato il grande interesse per le misteriose luci viste di recente nei cieli della regione e su una vasta area rurale sorvolata da misteriosi dirigibili, il seguente resoconto ricostruisce un evento inspiegabile relazionato dal testimone Thomas Potter, di Kelso, nel Norwood, e pubblicato da Mataura Ensign. 
Questa è la relazione del testimone:
"Ho notato in questi ultimi giorni che la stampa continua a riportare strane e misteriose luci che sono state viste nei vari distretti durante le ultime due settimane da alcuni dei vostri corrispondenti e giornalisti, alcuni dei quali attribuiscono il fenomeno alle lanterne cinesi, riflessi solari, Marte, o ai giochi aerei di giovani buontemponi. 
In primo luogo, non credo che possa trattarsi di Marte perché non è così vicino alla Terra da renderlo visibile ad occhio nudo. 
Ora, posso solo ipotizzare che alcuni ricercatori abbiano fatto volare qualche sorta di dirigibile che insieme ad altri quattro o cinque testimoni abbiamo avuto modo di osservare da una distanza molto ravvicinata, poiché ci trovavamo a solo poche centinaia di metri dall'oggetto volante. 
La notte del 31 luglio abbiamo visto una grande nave volante mentre si spostava verso le Blue Mountains fino a raggiungere il Monte Wendon. La nave volò così vicino alla mia abitazione che riuscii ad udire chiaramente il ronzio delle eliche anche se non erano visibili. Quello che non riesco a spiegarmi è come ha fatto l'enorme nave volante a scomparire dalla vista in pochi secondi considerando che non soffiava un alito di vento. "

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.