Cosa ha visto veramente l’astronauta Gordon Cooper?

gordon cooper ufo
Nella genesi del fenomeno Ufo e seguendo la revisione della letteratura, i fattori che riteniamo particolarmente importanti sono da attribuirsi al preesistente folklore nato con lo sviluppo del trasporto aereo e dal neologismo della fantascienza come genere di culto alla pari di quello letterario di Jules Verne e HG Wells.
Questi fattori sono stati la "tempesta perfetta" che ha generato la cristallizzazione del fenomeno UFO intorno all'originale avvistamento di Kenneth Arnold.
A fomentare la fantasia della gente comune vi è il famoso messaggio dato alle Nazioni Unite dall'astronauta Gordon Cooper L., uno dei sette astronauti del Mercury America.
Cooper ha orbitato intorno alla Terra ottenendo un record di 34 ore di permanenza nello spazio, dopo aver sorvolato per 22 volte la Terra a bordo della navicella 'Faith 7' nel lontano mese di maggio del 1963.
Egli è stato esplicito circa la necessità di aprire un'inchiesta in merito alla questione UFO, basandosi sulla sua esperienza personale di avvistamenti di strani oggetti volanti con cui si è imbattuto quando era pilota molti dei quali sono stati avvalorati anche dalle testimonianze di altri suoi colleghi.
L'astronauta è uno dei pochi individui la cui importanza è fuori discussione, che ha avuto il coraggio di aprire la bocca e sfidare lo status quo.
"Nel 1957 durante alcuni voli con diversi altri piloti dell'USAF di stanza in Germania, abbiamo avvistato numerosi dischi volanti muoversi sopra di noi.Non siamo riusciti a stabilire a quale quota volassero quegli strani dispositivi visto che sembravano essere praticamente irraggiungibili".
"Mentre una troupe televisiva stava supervisionando i test di volo di alcuni velivoli avanzati presso l'Air Force Base di Edward, in California, gli operatori hanno filmato l'atterraggio di uno strano oggetto discoidale che ha volato sopra le loro teste per poi atterrare su un vicino lago asciutto. 
Un membro della troupe televisiva si avvicinò al dispositivo poco prima che prendesse quota al di sopra della zona per poi volare via ad una velocità impossibile per qualsiasi aeromobile conosciuto ". Questa è una parte della testimonianza resa dall'astronauta all'epoca dei fatti per cui appare evidente che la fonte da cui proviene è da considerarsi attendibile anche se qualche dubbio rimane.
Le domande che tutti noi ci poniamo è ;
"cosa ha visto veramente l'astronauta?".Perché la sua incredibile testimonianza non è stata censurata dai vertici militari? Qual'era lo scopo della sua divulgazione?

Commenti