Il peggior incubo e’ il risveglio

024-1-ABE-101.jpgVi trovate nel cuore della notte. Improvvisamente vi rendete conto con stupore che siete svegli, ma non riuscite a muovervi e a non proferire alcuna parola .

A questo punto iniziate a sentire un peso sul petto che vi impedisce di respirare. 
No, non siete vittime di una visita di malintenzionati né di un evento soprannaturale. Quello che avete vissuto è un evento spaventoso che si stima possa coinvolgere più della metà della popolazione, almeno una volta nella loro vita.
A questa conclusione è giunto qualche anno fa il dottor Andrew Ng, direttore del centro per i disturbi del sonno e problemi respiratori presso l'ospedale San Giorgio di Sidney secondo il quale la paralisi notturna è forse il disturbo del sonno più comune nonostante non fosse stata condotta una ricerca approfondita sul fenomeno.
"Nel corso di uno di questi eventi, il paziente è sveglio e pienamente consapevole di ciò che sta accadento anche se non riesce a muoversi o a parlare", ha riferito il dott.Andrew Ng. Questo disturbo potrebbe durare secondi o addirittura minuti, anche se spesso sembra protrarsi molto più a lungo.
"Circa tre quarti del tempo", afferma il dott. Andrew Ng "è accompagnato da allucinazioni, che possono includere una sensazione come quella di essere sospesi nel vuoto, rumori, voci di persone che sembrano parlare, ridere e russare, o anche di vedere delle cose, come ad esempio: un'altra persona all'interno della propria stanza"
"Allo stesso modo", ha affermato il dott.Andrew Ng, "la sensazione di una presenza minacciosa è molto comune, come la sensazione che qualcuno o qualcosa eserciti una pressione sul petto della persona coinvolta".
Il dott.Andrew ha affermato che mentre la paralisi del sonno non è stata completamente capita, alcune spiegazioni sono state rilasciate nel tentativo di comprendere i sintomi spesso spaventosi, che hanno coinvolto alcune delle caratteristiche fisiche del sonno REM (Rapid Eye Movement) una fase del sonno che si verifica per un breve periodo di tempo durante lo stato di veglia. Durante il sonno REM il nostro corpo incorre in un'estrema debolezza muscolare, il che spiega l'impossibilità di movimento. In questa fase del sonno si verificano a volte dei sogni terrificanti spesso interpetrati come allucinazioni. 
Il significato della "presenza del male" è in parte attribuita a una particolare sezione del cervello che si attiva senza il sostegno da parte degli altri sensi, come la vista e l'udito, che fornirebbero alla persona la certezza della realtà fisica .
Le difficoltà respiratorie e la sensazione che qualcuno o qualcosa sembra eserciyate una pressione sul nostro petto può anche essere spiegato dai ricercatori.
Durante il sonno REM, la respirazione avviene spesso a livello superficiale per cui il petto non si espande completamente determinando così una sgradevole sensazione di soffocamento. Il dott.Andrew Ng ha aggiunto che spesso molte persone non avvertono la paralisi del sonno.
Lo stress e la privazione del sonno interrompe il funzionamento di alcuni impulsi nervosi soprattutto quando si è distesi sulla schiena aumentando la probabilità della paralisi del sonno.
Durante i turni di notte di alcuni lavoratori e infermieri è stata rilevata una maggiore frequenza di questo disturbo. 
La maggior parte degli episodi si verificano nella seconda metà della notte, quando il sonno REM è più comune.
Il Dr Brendon Yee, un medico del sonno e respirazione presso l'Alfred Hospital Reale e l'Istituto Woolcock of Medical Research, ha affermato che la paralisi del sonno potrebbe a volte essere associata con il sonno arretrato e ad alcuni disturbi di narcolessia. Dal 40 al 50 per cento delle persone sostengono di aver avuto almeno un episodio di paralisi del sonno.
I sintomi della paralisi del sonno
  • Pur essendo consapevoli, non è possibile muoversi o parlare normalmente
  • La paralisi da sonno è di solito accompagnata da allucinazioni visive o uditive
  • Di solito c'è un senso di "presenza minacciosa"
  • A volte può essere percepito un senso di pressione sul torace
PS- Buona Notte se andate a letto a quest'ora o altrimenti Buon Giorno se vi siete svegliati adesso.
L'articolo qui sopra è stato pubblicato sul quotidiano The Sydney Morning Herald, Sydney, Australia, 28 agosto 2005.

Commenti

  1. Ancora una volta si cerca di spiegare il fenomeno ricorrendo alla fallace scienza umana, sperando che la stessa disponga di risposte certe, quando invece sono solamente illusorie.
    Vogliamo o no capire che questi episodi attestano in modo inequivocabile il controllo della razza umana da parte di entità extradimensionali d'indole non particolarmente amichevole?

    RispondiElimina

Posta un commento