Le misteriose sfere rosse della Siberia; un caso mai risolto

UFO in Russia e l' Archivio del KGB.
Secondo i documenti del KGB tra il 1987 e il 1988 vi era stata una serie di avvistamenti UFO sopra la penisola di Kamchatka nella punta più orientale della Siberia. Il personale alla base missilistica di Kura ha regolarmente rilevato la presenza di strani "oggetti volanti non identificati sotto forma di sfere luminose." 

Il tenente maggiore Vasilevski e il soldato Kolosov si trovavano all'interno del "Sito Tre" adibito alla strumentazione telemetrica, quando hanno notato la comparsa di una serie di luci multicolori che sembravano cambiare tonalità passando lentamente dal rosso al bianco. La durata di queste apparizioni, che sono state segnalate da tre diversi punti d'osservazione della base, era di trenta secondi. Il fenomeno è stato anche resocontato da alcuni ufficiali di stanza in cima alla montagna di Lyzyk, nei pressi di un'altra base missilistica.
Le loro testimonianze sono probabilmente le più importanti perché, considerando l'alto rango militare a secondo di quello che era ancora un regime totalitario rigoroso, gli ufficiali hanno deciso di mettere in gioco la loro credibilità, piuttosto che condividere i timori che i soldati semplici manifestavano per via del loro rango di subalterni.
In un rapporto ufficiale, il tenente maggiore Vasilevski ha avanzato l'ipotesi che gli avvistamenti UFO "corrispondevano alle date del lancio di un in missile pesante",sottolineando che "quando sono stati rinviati i lanci, gli oggetti sembravano apparire con una certa frequenza". 
Questa affermazione è stata tuttavia contraddetta da altre osservazioni visto che a metà dicembre del 1987, un maresciallo e due soldati hanno visto una sfera arancione mentre si muoveva in modo incerto ̧da nord verso sud.
Altri tipi di oggetti molto simili, sono stati osservati in altre due occasioni nello stesso mese e nell'anno che seguì. A questo punto, tutte queste osservazioni avvenute nel territorio siberiano non corrispondevano più ai lanci di missili.
LUCI ROSSE 
La presenza di oggetti anomali nel cielo della Russia e delle regioni sovietiche dell'Asia centrale ha continuato a far discutere i vertici militari negli ultimi anni dell'Unione Sovietica. 
Il 22 settembre 1989, nella città di Astrakhan (che si trova nel sud-ovest della Russia, sulle rive del Mar Caspio), una mezza dozzina di testimoni hanno visto un oggetto rosso, "a forma di goccia" in prossimità della stazione di Koxhevaya. 
Altri tre testimoni hanno descritto gli oggetti come delle sfere luminose di colore giallo che sono state chiaramente osservate, anche se per brevi intervalli, per un periodo di 45-50 minuti.
Sei giorni dopo, un'altro avvistamento analogo ha avuto luogo nella stessa zona. Questa volta, due "punti luminosi, di colore viola e rosso, dal diametro di quasi un metro" erano stati notati da diversi testimoni vicino alla pista della locale base aerea.
Un mese dopo, un oggetto simile a una "goccia rossa" è stato segnalato da molti testimoni, sia civili che militari, vicino a Burkhala nella regione di Yagodinski .
Fonte di riferimento:wikistrike

Commenti