venerdì 18 settembre 2015

Strani segnali dalle profondità degli oceani

Странные сигналы от дна океана - Dal fondo del mare continuano ad essere ascoltati dei strani suoni che potrebbero provenire da grandi forme di vita che si nasconderebbero nel buio inesplorato degli oceani profondi della Terra.

Qualcosa sembra nascondersi laggiù, e gli esperti non sanno di cosa si tratti visto che tutti questi suoni non hanno nulla in comune e rimangono tutt'ora inspiegabili. 
Nel 1960 gli specialisti della Marina degli Stati Uniti hanno istituito una rete globale di idrofoni subacquei, che miravano a monitorare l'attività dei sottomarini sovietici. 
Tuttavia, nel 1991 è stato ammesso dagli scienziati di aver istituito una rete d'ascolto, situata ad una profondità di diverse centinaia di metri, la quale avrebbe dovuto permettere di riconoscere la maggior parte dei suoni attraverso dei spettrogrammi - una sorta di rilevatore di impronte vocali. 
La rete d'ascolto è riuscita a rilevare i canti delle balene, il brontolio delle correnti, l'attrito di iceberg e boati provocati da terremoti sottomarini.
Gli scienziati ritengono che i "quaccheri" sottomarini potrebbero essere emessi da una sottospecie di enigmatico e gigantesco calamaro o da altre specie di creature a noi sconosciute. Numerosi sono i casi in cui delle enormi carcasse appartenenti a sconosciuti animali sono state rinvenute sulle spiagge di mezzo mondo.Si ritiene che il calamaro gigante possa avere organi sensoriali in grado di captare particolari frequenze. 
I calamari giganti possono facilmente scambiare i sommergibili per i loro peggiori nemici, i capodogli, che solitamente si nutrono di loro. Con i nomi come "Bloop", "Train" e "Julia", i suoni sono stati catturati dagli idrofoni e microfoni subacquei posizionati sui fondali dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). 
Qui di seguito potete ascoltare alcuni rumori misteriosi mai sentiti in mare. [Ascolta i suoni Six Spooky].
Mostri d'alto mare a parte, il NOAA detiene la spiegazione più probabile per il Bloop che potrebbe essere il suono provocato da grandi fratture di iceberg alla deriva in acque più calde.
Questi "icequakes" sono stati registrati nel Mare di Scotia e il loro suono era molto simile al misterioso Bloop ascoltato nel 1997.

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.