Su Marte ci mancava solo l’orso polare

orso su Marte
Marte continua a far parlare di sé per via delle sue curiose anomalie che sui vari social network sono state interpetrate da molti come il volto di una Sfinge, impronte di Bigfoot, navicelle aliene,granchi giganti, umanoidi e persino un dito umano. Tutto questo lo dobbiamo attribuire alla nostra fervida immaginazione, o si nasconde veramente qualcosa di misterioso sul pianeta rosso?
Nel mondo scientifico è stato coniato il termine "pareidolia" con il quale si vuole spiegare le frequenti distorsioni visive generate da una sorta di illusione ottica che si verifica generalmente quando una persona crede di vedere qualcosa di inesistente e interpetrare erroneamente la forma di un oggetto familiare. 
Siamo così abituati a vedere oggetti e volti umani sulla Terra che a volte siamo convinti di vederli anche in quei luoghi dove meno ci si aspetterebbe di trovarli.
Gli appassionati di anomalie marziane hanno deciso di prendere in considerazione in modo dettagliato alcune fotografie scattate recentemente dal rover Curiosity e per una buona ragione. 
Su una di queste foto i cacciatori di anomalie marziane hanno individuato quello che per loro potrebbe essere un quadrupede terrestre interpetrato erroneamente come un orso che si aggira tra le rocce marziane.  Gli ufologi hanno riferito che l'animale che appare nell'immagine potrebbe essere autentico per via dell'ombra proiettata sul suolo di Marte. 
Ovviamente gli scettici non sono affatto convinti che la creatura misteriosa possa essere davvero un orso marziano.
Cio' nonostante gli appassionati di anomalie marziane sostengono che il presunto animale marziano è molto simile a un cane o a un roditore. I teorici della cospirazione sono convinti che la NASA continui a nascondere le prove relative alla presenza di forme di vita aliena che nel corso degli anni sono state rilevate sul Pianeta Rosso. 
L'interrogativo che si pongono i teorici del complotto è perché l'agenzia spaziale continua a condividere delle foto esclusivamente in bianco e nero? 
Forse in questo modo intendono nascondere qualcosa in cui qualcosa di insolito potrebbe risultare difficile da discernere occultando in questo modo l'eventuale presenza di tracce riconducibili ad antiche vestigia aliene. 
Gli scienziati americani della NASA continuano a sostenere che tali "scoperte" sono da considerarsi delle delle semplici illusioni ottiche provocate dalle particolari condizioni di luce e dalle curiose forme delle rocce marziane costantemente erose dalla sabbia trascinata dai forti venti di Marte.
Recentemente è apparso un video su Internet attraverso il quale si possono osservare alcune immagini della superficie marziana sulla quale sarebbe stato notato un sarcofago che ricorda quello di un antico cavaliere medievale.

Commenti