Un meteorite attraversa il tetto di una casa in Uruguay

meteorito Uruguay
Qualche mese fa, la NASA ha affermato che nei prossimi cento anni non dovremmo correre alcun rischiò di essere bersagliati da pericolosi sassi spaziali. Allora cos'è il sassolino che ha semidistrutto una casa in Paraguay? 
Numerose voci sono circolate su Internet in questi ultimi mesi, secondo le quali un grande asteroide di sarebbe schiantato vicino a Puerto Rico tra il 15 settembre e il 28 settembre, seminando distruzione in tutte le regioni costiere degli Stati Uniti, Messico, Caraibi, America centrale e del Sud America.
A smentire le voci rassicuranti dello NASA ci ha pensato un piccolo meteorite che ha attraversato il tetto di una casa nella città uruguayana di Maldonado a una velocità di 250 chilometri all'ora danneggiando una TV e un letto matrimoniale fortunatamente vuoto. Questo è il riassunto di quanto accaduto a est di Montevideo il 18 settembre 2015. 
Gli scienziati dell'Università della Repubblica dell'Uruguay hanno affermato che si tratta di uno dei circa 15 casi registrati nel corso di un secolo in cui una casa e' stata colpita da un meteorite. "L'oggetto roccioso rinvenuto sulla scena dello schianto pesa 712 grammi", ha sottolineato il sito web espectador.com. Esso ha una densità di 3,4 grammi per centimetro cubo, paragonabile a quella del diamante. 
Il direttore del Dipartimento di Astronomia, della Facoltà di Scienze, Gonzalo Tancredi, ritiene che il sasso spaziale potrebbe provenire dalla fascia principale degli asteroidi che si trova tra le orbite di Marte e Giove. 
"Ci sono alcuni oggetti oltre quella zona che potrebbero attraversare l'orbita della Terra e schiantarsi su di essa", ha affermato il ricercatore sul sito "20 minuti".
A giudicare dalle caratteristiche del meteorite si ritiene che possa far parte di uno più grande che si sarebbe disintegrato nel momento in cui ha attraversato l'atmosfera terrestre. 
Alcuni studenti universitari stanno conducendo delle ricerche su alcuni frammenti disseminati in un'area di tre o quattro chilometri dal luogo dello schianto.
Fonte di riferimento: abc.es

Commenti