giovedì 12 novembre 2015

1964;battaglia Ufo sull’Indocina

UFO battle military aircraft
Nel 1964, la guerra in Indocina vide coinvolto il Vietnam del nord, allineato a una politica socialista e quello del Sud, capitalista. In questa guerra, l'URSS ha svolto una parte attiva soprattutto sulla parte settentrionale del Paese in contrapposizione agli USA che intendeva estendere la sua sfera d'influenza a sud. 
Dopo lo scoppio delle ostilità attorno alla capitale del Vietnam del Nord - Hanoi, nel tentativo di proteggersi da eventuali incursioni di aerei americani i wietcong allestirono delle difese aeree attraverso il dispiego di moderni sistemi missilistici anti-aerei. Tutte le attrezzature e tutto il personale impiegato nella difesa aerea erano gestite dai militari sovietici.
In una tranquilla serata estiva del 1965 fu osservato in prossimità di una di queste postazioni di lanciarazzi un'enorme oggetto volante a forma di disco con un diametro di almeno 300 metri il quale si librava immobile ad una notevole altezza senza emettere alcun rumore.
L'incidente fu relazionato al comandante di brigata, che ordinò l'invio di una richiesta di identificazione affinché si potessero accertare le vere intenzioni dell'intruso tramite ripetute segnalazioni di "amico o nemico?". 
Visto che l'oggetto volante non rispose alle richieste dei militari russi gli fu imposto l'obbligo di atterrare immediatamente.  Quando il comandante dei vigili del fuoco riferì di quello che stava succedendo, il comandante del corpo diede ordine di "abbattere" il misterioso velivolo.  L'esecuzione dell'Ordine fu affidato a tre dei cinque battaglioni della brigata, che lanciarono nove missili in direzione del bersaglio i quali esplosero inspiegabilmente a grande distanza dall'intruso. 
Come risposta, l'argenteo disco volante proietto' un sottile fascio di luce in corrispondenza di uno degli uomini armati.
Un attimo dopo tutti i lanciagranate, i radar, le apparecchiature dei sistemi di guida dei missili e altre attrezzature si trasformarono in un cumulo di metallo fuso. Lo strano fascio luminoso provocò la morte di quasi tutto il personale costituito da circa 200 militari russi.
Dopo una terribile rappresaglia aerea da parte dei russi l'oggetto volante scomparve improvvisamente così come era apparso. 
Questo tragico evento fu riportato nel 2000 sulle pagine della rivista polacca Czas UFO №12 dal giornalista Bronislaw Rzhepetsky il cui libro divenne fonte di informazione per l'ex Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate sovietiche, il maresciallo Zakharov.  Il libro "La guerra nel sudest asiatico" e' un'opera in tre volumi che ottenne un elevato grado di segretezza, dopo che il maresciallo venne a conoscenza dei dettagli delle operazioni condotte dai militari russi in Vietnam. A seguito di ciò, fu impartito uno speciale ordine dal Comando della Difesa Aerea Sovietica, secondo il quale era severamente vietato aprire il fuoco su eventuali oggetti spaziali non identificati e limitarsi solo a intraprendere misure di contrasto. Purtroppo, l'ordine fu impartito dopo i tragici eventi sopra descritti, anche se i tentativi di intraprendere un'azione militare contro questi dispositivi volanti fallirono tutti in modo inspiegabile
Fonte di riferimento:paranormal-news.ru


Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.