giovedì 26 novembre 2015

Il paradosso che ci impedisce di viaggiare nel tempo

viaggiare nel tempo
Secondo la rivista Wired, un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology starebbe valutando la possibilità di riconsiderare le affermate e indiscusse leggi che governano l'universo .
Nella fantascienza una moltitudine di film e libri hanno cercato di pronosticare le conseguenze a cui potrebbe andare  incontro l'umanità qualora fosse riuscisse a sviluppare un metodo per manipolare il tempo e quindi viaggiare all'interno di esso in dimensioni a noi sconosciute.  Nei film di fantascienza si ipotizza che per poter viaggiare attraverso i confini che delimitano il nostro scorrere del tempo si dovrebbe sviluppare un dispositivo in grado di superare la velocità della luce e di conseguenza violare le limitazioni imposte dalle leggi universali teorizzate da Albert Einstein . Dal punto di vista della fisica, un tale viaggio non sarebbe possibile con le attuali tecnologie visto che richiederebbe lo sviluppo di un dispositivo adatto a tale scopo.
Tutte queste teorie pertinenti il viaggio nel tempo devono obbligatoriamente confrontarsi con il devastante paradosso del "nonno", in cui un viaggiatore del tempo vorrebbe uccidere uno dei suoi antenati e di conseguenza anche sé stesso per cui una tale missione risulterebbe impossibile da realizzarsi visto che il viaggiatore non potrebbe esistere nella sua attuale dimensione.
Secondo uno dei modelli sviluppati nei primi anni 1990 dal fisico teorico, il britannico David Deutsch, ci sarebbero delle discrepanze tra il passato con il quale si vorrebbe interagire e il presente in cui vive materialmente il viaggiatore del tempo.  Quindi,la domanda è:, possibile mai che il viaggiatore del tempo possa ricordare l'assassinio di suo nonno quando non e' mai stato commesso?
Un nuovo studio condotto dagli esperti del MIT, illustra che a questo tipo di viaggi nel tempo dovrebbe essere imposto un divieto assoluto per via delle risultanti incongruenze potenzialmente pericolose. La teoria suggerisce che nel momento in cui un viaggiatore del tempo fosse intenzionato di impedire la sua nascita, allora vuol dire che egli sara' destinato a non esistere materialmente e per tale motivo non potrebbe commettere l'omicidio del nonno.
"Con le nostre attuali conoscenze, situazioni paradossali di questo tipo risulterebbero impossibili" ha concluso David Deutsch.

1 commento:

  1. Finalmente un po di logica. Pensavo proprio che la scienza moderna
    si fosse mangiata completamente il cervello! Forse c'è ancora speranza.

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.