L’Uomo artificiale - il futuro dell'umanità o la sua fine?

будущее искусственного тела человека
Secondo gli scienziati, le persone vivono troppo poco per completare la loro esistenza mentale e l'identità individuale nel corso dei loro 60-70 anni di vita che presto potrebbe essere prolungata artificialmente insieme alle esperienze personali dei singoli soggetti .

Recentemente, Stephen Hawking, uno delle più grandi menti del nostro tempo, ha affermato che la creazione di un'Intelligenza Artificiale potrebbe costituire il più grande errore dell'umanità.
Qualcosa di simile lo ha affermato anche il famigerato Elon Musk.
Esistono già i presupposti tecnologici per prolungare la vita del cervello umano.
Secondo alcuni studiosi il libero pensiero tipico del corpo umano biologico non sarà più in grado di garantire l'esistenza e lo sviluppo della nostra specie. 
Tali sconvolgimenti del genere umano si verificheranno nel momento in cui si deciderà di fare ricorso agli organi artificiali costituiti da materiali sintetici. 
Senza neanche accorgersene, l'umanità è giunta al capolinea dove i venerabili scienziati stanno cercando di affrontare in modo serio il futuro dell'umanità e quali aspettative di vita offrire a quelle persone intenzionate di vivere in una dimensione artificiale . Visto che il corpo biologico è soggetto all'invecchiamento con la conseguente perdita delle sue funzioni - compreso il problema su come nutrire il cervello - la prospettiva di creare un umanoide artificiale sembra diventare sempre più concreta.
Questo perché nel corso degli anni, il nostro corpo invecchia, cade a pezzi e viene afflitto da malattie tali da non fornire al cervello l'energia sufficiente per poter assolvere alle sue funzioni vitali.
I materiali sintetici e una serie di ingranaggi alimentati da fibre sintetiche e l'elettronica, permetteranno al cervello di mantenere l'identità della persona per un lungo periodo di tempo. A prima vista tutto ciò potrebbe sembrare solo una sciocca teoria frutto della fervida immaginazione di qualche folle scienziato.
Tuttavia, durante le numerose conferenze che avevano come oggetto il futuro del nostro pianeta e quale tecnologia destinare all'umanità, sì è discusso su come consentire a un essere umano di vivere e svilupparsi in un corpo artificiale. Gli ottimisti sono dell'idea che il problema sorgerà quando il cervello umano verrà rinchiuso in una membrana artificiale, pregiudicando la consapevolezza del suo '"io". 
Ovviamente il corpo artificiale sarà applicato alla persona solo quando questa raggiungerà un'età matura, quando il proprio corpo "collassa".
Il problema del futuro dell'umanità. 
Uno dei problemi che potranno influenzare il futuro del nostro pianeta è quello della crisi ambientale a livello globale i cui effetti devastanti si potranno ripercuotere sul genere umano tra 50 anni.
La modifica dei componenti gassosi dell'atmosfera a seguito delle elevate temperature generate dalle attività vulcaniche, potrebbe determinare mini ere glaciali in altre parti del pianeta" che potrebbero essere interpretate come unoa sorta di "giorno del giudizio universale" .
In questo contesto, la persona per poter sopravvivere sarà costretta a fare ricorso a un corpo performante semi biologico che gli offrirebbe una maggiore resistenza agli ambienti inospitali. Tuttavia alcuni ricercatori mettono in discussione l'idea di un futuro transumanesimo dell'umanità avvertendo a quali rischi potrebbe andare incontro.
Fonte di riferimento:neveroytno.ru

Commenti