martedì 8 dicembre 2015

Aeroporti e UFO; quale correlazione?

Aeroporti e UFO
L'avvistamento di oggetti volanti non identificati sopra ed in prossimità degli aeroporti è diventato un fenomeno molto comune ai giorni nostri tale da costringere le Autorità ad occuparsi in modo discreto della questione.
Basta ricordare i famosi casi di Bourget (Francia, 13 giugno 1952), Hadena (Giappone, agosto 1952), Nouasseur (Marocco, 25 marzo 1953) Lakenheath (UK, 17 luglio 1957), Buenos Aires (Argentina, 22 DIC 1962 ), Bismarck (Stati Uniti, 26 Gennaio 1968), Torino-Caselle (Italia, 30 novembre 1973), Minsk (Bielorussia, 7 Settembre 1984), Sao José dos Campos (Brasile 19 maggio 1986), Città del Messico (Messico, 16 settembre 1993). 
Si tratta di una serie di eventi destinati a dimostrare, ancora una volta, che il fenomeno sembra non conoscere confini, visto che la Romania è uno di quei paesi particolarmente coinvolti nello studio del fenomeno UFO . 
Uno di questi studiosi è il rumeno Emil Strainu, un membro dell'Associazione per lo Studio dei Fenomeni Aerospaziali non identificati (ASFAN-Romania) che ha presentato i risultati ottenuti da uno strano avvistamento registrato nel mese di agosto 1988 presso l'aeroporto internazionale di Otopeni, nei pressi di Bucarest. Lo scalo aereo è stato teatro di un evento insolito, ampiamente pubblicizzato dai media locali e riportato da alcune testate giornalistiche internazionali. Ion Hobana, uno dei principali ufologi della Romania, ci offre una breve autoritratto prima di illustrare questo strano avvistamento avvenuto il 1997 presso il Bucarest-Otopeni International Airport. 
Autore di libri di fantascienza e storico, Ion Hobana è anche un noto traduttore e commentatore dei testi scritti da Jules Verne. Egli ha ottenuto numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali proprio per il suo particolare impegno nello studio del fenomeno UFO.  Nei trentacinque anni trascorsi nello studiare questo particolare tipo di anomalie aeree,  nel 1971 ha scritto e pubblicato, in collaborazione con lo scrittore belga Julian Weverbergh, il libro UFO a est, il cui contenuto rappresenta una sfida per la ragione umana. 
Successivamente, nel 1972,ha pubblicato "Gli UFO a est e ovest", due volumi pubblicati nei Paesi Bassi di cui uno dedicato ai numerosi casi di avvistamenti UFO segnalati in diversi paesi dell'Europa orientale, compresa l'Unione Sovietica. Il libro è stato tradotto e pubblicato in Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia e Argentina. Dopo il 1990, lo studioso ha scritto tre libri che ebbero molto successo in Romania:  Indovinelli nel cielo della storia (1993, ristampato nel 1996), Il Mistero di Roswell cinquant'anni dopo (1997) e UFO, Osservatori Credibili, e infine Relazioni non Credibili ( 2001).
Inoltre egli è anche presidente della Associazione Rumena per lo Studio dei Fenomeni Aerospaziali non identificati (ASFAN).
Fonte di riferimento:ovnis-ufo

siti web

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.