mercoledì 30 dicembre 2015

Le prove fisiche degli UFO

Ufo Peter Andreas Sturrock
"Se in effetti dovessero risultare delle rilevanti prove fisiche e se queste prove venissero attentamente raccolte e analizzate approfonditamente attraverso delle analisi che potrebbero condurre all'identificazione di alcuni fatti riguardanti il fenomeno UFO, allora è il momento giusto per gli scienziati per fare un passo indietro e chiedersi a cosa associare tutti questi fatti apparentemente inspiegabili".
 "Se questi fatti sono cosi' evidenti da portarci ad una conclusione definitiva, allora potrebbe essere giunta l'ora per affrontare le più bizzarre questioni . Se, ad esempio, si scopre che tutte le prove fisiche sono coerenti con un'interpretazione mondana sulle cause che potrebbero portare ad avvistare degli UFO, allora non sussistono più motivi per continuare a speculare sul ruolo degli esseri extraterrestri. Se, d'altra parte, l'analisi delle prove fisiche ci possono permettere di mettere in evidenza che gli oggetti volanti correlati con i numerosi rapporti UFO possono provenire dal di fuori del sistema solare, allora si deve considerare molto seriamente che il fenomeno potrebbe coinvolgere non solo dei veicoli extraterrestri ma probabilmente anche degli esseri extraterrestri."
La citazione di cui sopra viene da Peter Andreas Sturrock, un prestigioso scienziato britannico e  professore emerito di Fisica Applicata presso la Stanford University. Sturrock che insieme a un certo numero di altri scienziati di rilievo di tutto il mondo si sono riuniti nel corso del 1990 al fine di esaminare la prova fisica che potrebbe essere associata con il fenomeno UFO. 
Un esempio illustrato da Sturrock nella sua analisi, è stata una foto scattata da due piloti della Royal Canadian Air Force il 27 agosto 1956, in McCleod, Alberta, Canada.Richard Haines ha presentato una sintesi della sua vasta ricerca concentratasi su alcuni rapporti redatti dai piloti subito dopo un'avvistamento UFO. La sua ricerca gli ha permesso di catalogare oltre 3.000 rapporti provenienti dai piloti, di cui circa il 4% coinvolgono dei fenomeni elettromagnetici transitori che presumibilmente erano legati alla presenza nel cielo di strani oggetti volanti.  
Un altro catalogo contenente dei casi relativi a degli incontri aerei con degli UFO (a cui si riferisce Velasco nella sezione 5 del documento ) è stato compilato da Weinstein (1997) come un progetto per conto del SEPRA GEPAN il cui catalogo contiene attualmente diverse centinaia di casi di incontri aerei con degli oggetti volanti non identificati .
Relazione su un sondaggio di Membri della American
Società Astronomica Per quanto riguarda il problema UFO

1 commento:

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.