sabato 9 gennaio 2016

Roskosmos pronostica il futuro della Terra tra quattro miliardi di anni

 Via Lattea si scontra con la galassia di Andromeda.
Quello pronosticato dall'agenzia spaziale russa Roskosmos potrebbe rappresentare un'incognita per tutti coloro che credono ancora di vivere in eterno visto che gli esperti hanno creato un video attraverso il quale viene illustrato ciò che potrebbe accadere alla Terra tra quattro miliardi di anni, qualora la Via Lattea dovesse entrare in collisione con la galassia di Andromeda.
Il video è stato recentemente pubblicato su YouTube grazie alla collaborazione offerta da un team di esperti che hanno ricreato l'ipotetico scenario catastrofico grazie alle tecnologie messe a disposizione da uno studio televisivo della federazione russa .  Un'ipotetica collisione con la costellazione di Andromeda, che si trova a 2,5 milioni di anni luce dalla Via Lattea, potrebbe portare alla formazione di una singola galassia. "Questo processo è inevitabile", secondo quanto pronosticato dagli scienziati russi, poiché le galassie tendono a muoversi l'una verso l'altra. Secondo i calcoli dell'astrofisico Rashid Sunyaev, a seguito di questo evento, i futuri abitanti della Terra "verrebbero espulsi al di fuori della nostra galassia." Questa rosea previsione è da considerarsi attendibile? 
Di certo non saremo noi a sperimentare questo terribile scontro intergalattico ma piuttosto quelli che avranno la sfortuna di sopravvivere fino a quella fatidica data!

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.