mercoledì 10 febbraio 2016

Il primo fiore a crescere nello spazio

zinnia_premiere_fleur_de_lespace_capture_decran_twitter_2016-01-18_a_14
L'astronauta statunitense Scott Kelly ha annunciato il 16 gennaio 2016 quello che potrebbe rappresentare un nuovo punto di svolta nella storia congiunta della botanica e astronomia, visto che gli scienziati sono riusciti a far fiorire un fiore nello spazio. 




Si tratta di un Zinnia, un fiore tipico del sud-ovest del Nord America, noto per la sua bella corolla arancione e per i suoi fiori commestibili.
Durante la missione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), Scott Kelly ha condiviso su Twitter alcune foto della pianta la quale veniva accompagnata da due didascalie : "Il primo fiore a sbocciare nello spazio" e "con questo esperimento possiamo affermare che ci sono altre forme di vita nello spazio".  La coltivazione di piante commestibili all'interno della ISS non è un passatempo banale anche se gli scienziati sono contrari a dedicare una parte significativa del loro lavoro alla coltivazione di vegetali all'insegna di un programma specifico chiamato "Veggie" (dall'inglese che significa "vegetale"). La crescita di un fiore nello spazio è un grande progresso nella comprensione della adattabilità delle piante in condizioni estreme. Fino ad ora, gli astronauti erano riusciti a far crescere solo delle insalate .
"Queste piante sono molto fragili, quindi particolarmente difficili da coltivare con successo", ha spiegato Trent Smith, responsabile del progetto Veggie. 
Ciò nonostante i ricercatori sono molto ottimisti e hanno già in programma di ripetere l'impresa con dei pomodori. Se questa fase sperimentale avrà successo, allora si aprirebbe la strada per delle missioni più lunghe e più distanti nello spazio in modo da permetterci di scoprire un po 'di più sui misteri della vita nell'universo .

Fonte di riferimento:directmatin.fr/espace

Nessun commento :

Posta un commento