martedì 8 marzo 2016

Strane anomalie luminose rilevate sulla superficie lunare

Moon Ufos
Il filmato pubblicato da Streetcap1 lo scorso 07 mar 2016 contiene una serie di istantanee della superficie lunare attraverso le quali si possono osservare in lontananza delle strane anomalie luminose che sembrano piroettare nel cielo scuro . Le bizzarre anomalie sono state individuate dall'autore del video in alcune delle numerose panoramiche del suolo lunare scattate durante le varie missioni della NASA . Quale può essere l'origine di questi dinamici oggetti luminosi? 
Già nel 1969, gli scienziati di Mosca M.Vasin e A. Scherbakov pubblicarono un documento, "La Luna - una creazione della mente", attraverso il quale si ipotizzava che il nostro "satellite naturale" non è altro che un corpo celeste artificiale costituito da due gusci protettivi: un primo strato di circa quattro chilometri di spessore e il secondo strato protettivo caratterizzato da una sorta di armatura dallo spessore di circa quindici chilometri, sotto la quale si nasconderebbe una grande cavità abitabile .
Se l'ipotesi di M.Vasina e A.Scherbakova è corretta, allora dobbiamo ritenere che gli eventuali abitanti della luna sarebbero costretti a vivere sotto la sua superficie caratterizzata da una atmosfera artificiale. 
A questo punto è logico supporre che il rilascio di eccesso di sfiato o di scarichi richiesti per il funzionamento della struttura artificiale potrebbe essere facilmente rilevato attraverso delle distorsioni luminose provocate dalle emissioni sprigionate dalla superficie lunare. 
In effetti, tra le decine di migliaia di immagini della superficie lunare, una grande percentuale di queste appaiono granulose e sfocate. Per giunta i sismometri installati dagli astronauti delle varie missioni "Apollo" nella zona del cratere Bulliald (parte sud-orientale del disco visibile della Luna) sistematicamente inviarono sulla Terra dei segnali che contrastavano i dati rilevati durante i rari terremoti lunari proprio per la loro monotona ripetitività .
Fonte di riferimento:Streetcap1

Nessun commento :

Posta un commento