lunedì 25 aprile 2016

Il misterioso cerchio di Goseck; un antico osservatorio del neolitico?

cerchio in Goseck
Proprio nel cuore dell'Europa c'è un luogo alquanto misterioso che continua ad attirare turisti da tutto il mondo. Si tratta della maestosa costruzione neolitica del comune tedesco di Goseck la quale è strutturata da un cerchio dal diametro di 75 metri, circondato nella parte esterna da quattro anelli concentrici sotto forma di tumuli, fossi e due palizzate di legno.
Il misterioso cerchio è stato scoperto per caso nel 1991, quando su decisione delle autorità fu permesso agli aerei privati di sorvolare il territorio. In ripetute occasioni i piloti riferirono di aver notato una strana forma circolare che dall'alto sembrava stagliarsi dal terreno circondato da campi di grano. 
A seguito delle varie segnalazioni, il luogo è diventato oggetto di studi da parte di alcune delegazioni scientifiche provenienti da diverse parti del mondo, le quali furono autorizzate a condurre degli scavi al fine di repertare del materiale attraverso il quale risalire alla datazione del complesso circolare la cui esistenza non è stata mai menzionata negli archivi delle biblioteche tedesche.
Gli scienziati hanno cercato di fornire delle risposte a una delle principali domande: per quale motivo è stata edificata una struttura così insolita ?
Soprannominato anche la "Stonehenge tedesca", questo complesso circolare è stato costruito due o tremila anni più tardi.  Durante lo studio gli archeologi hanno confrontato i dati GPS stabilendo che le due aperture poste a sud corrispondono alla ciclicità dell'alba e del tramonto durante il solstizio d'inverno. Una delle tante teorie è che coloro che hanno edificato il complesso circolare calcolandone accuratamente la sua circonferenza lo avrebbero fatto intenzionalmente affinché' venisse utilizzato dalle popolazioni come "un calendario celeste». La struttura è stata costruita anticamente da quei contadini che si stabilirono in pianura, i quali sembravano possedere delle particolari conoscenze nel campo dell'astronomia. 
I ricercatori ritengono che il cerchio di Goseck fosse una specie di osservatorio, il primo del suo genere ad essere edificato sul continente europeo . Poiché tra gli antichi europei era molto diffuso "il culto del sole", l'edificio potrebbe aver ospitato una serie di rituali, tra cui, l'offerta di sacrifici umani. Ciò è stato dimostrato dal ritrovamento nel terreno circostante di un gran numero di ossa umane e di uno scheletro privo di testa. Durante gli scavi, sono state scoperte anche delle ossa animali e tracce riconducibili ad antichi incendi. 
Gli abitanti del posto e i numerosi turisti stranieri possono sperimentare di prima persona la complessità ottica delle strutture disposte in modo da poter seguire il movimento degli astri durante i brevi giorni dell'anno. I primi raggi del sole, penetrando dalla porta più stretta, tendono a formare sulla superficie una sottile striscia di luce che varia di posizione in base all'alternarsi delle stagioni. 
Pochi anni prima della scoperta di questo antico "Osservatorio," a 25 chilometri da Goseck è stata individuata una costruzione molto simile, ma di dimensioni più piccole. Al centro della costruzione, i ricercatori hanno scoperto una verdeggiante area circolare che sembra voler riprodurre delle antiche rappresentazioni del cosmo e del mondo visto con gli occhi di quel periodo. È evidente che gli antichi hanno cercato di approfondire le loro conoscenze sulla struttura dell'universo oltre a quel poco che si conosceva della Terra.

Nessun commento :

Posta un commento