La prima vittima della "Morte Nera" sarà la nostra Luna

Morte Nera
La "Morte Nera", il nostro Sole tra qualche miliardo di anni potrebbe diventare una gigante rossa  e distruggere la luna prima, e successivamente la Terra. Tale catastrofico scenario è stato pronosticato attraverso uno studio condotto da alcuni ricercatori del Harvard-Smithsonian Center per l'Astrofisica (Cambridge, Massachusetts, USA) e l'Università di Warwick (Coventry, UK) i cui risultati sono stati pubblicati su arXiv.org.
Nel loro lavoro, gli astronomi hanno studiato l'effetto sul contenuto degli elementi pesanti presenti nell'atmosfera delle nane bianche, in cui nel corso del tempo potrebbero diventare molto simili al nostro sole e alle lune che orbitano intorno ai loro pianeti. Circa un quarto di queste stelle sono frammenti inquinati rilasciati da corpi planetari rotanti attorno un proprio asse.  Se la distanza tra una nana bianca e un satellite dovesse diventare inferiore a pochi decimi di raggio dell'ammasso rotante, il rischio della distruzione della gravità della nostra luna e delle stelle potrebbe aumentare notevolmente. 
Come mostrato dalle stime precedenti, un milione di anni è quanto basta alla nana bianca di acquisire nuovi satelliti e frammenti di pianeti dalle dimensioni simili a quelle di Plutone. Recentemente, l'attenzione degli scienziati è stata attirata dalla presenza di una nana bianca chiamata WD 1145 + 017 situata ad una distanza di 570 anni luce dalla Terra nella costellazione della Vergine la cui età si aggira intorno ai 175 milioni di anni. 
Gli scienziati ritengono che tra qualche miliardo di anni il sole potrebbe diventare una gigante rossa e di conseguenza inghiottire Mercurio, Venere, e, probabilmente, anche la Terra e Marte. Successivamente, la gigante rossa potrebbe trasformarsi in una gigantesca nana bianca, la cui luminosità sarà molto simile a quella emessa da WD 1145 + 017 la quale tenderà a distruggere tutti gli oggetti che vengono a trovarsi nelle sue vicinanze.

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...