martedì 17 maggio 2016

Ex agente di polizia svela alcuni retroscena circa l'UFO di Rendlesham

rendlesham forest ufo
A suo tempo, l'incontro ravvicinato con un Ufo, soprannominato la Roswell britannica, fece notizia sulle prime pagine del defunto News of the World venendo ampiamente trattato anche dagli autori di diversi libri e documentari a tema.

Gary Heseltine
Ora alcune nuove indiscrezioni sono state recentemente pubblicate dal mirror.co.uk secondo il quale un ex agente di polizia si sarebbe fatto avanti con delle nuove e sorprendenti informazioni che potrebbero gettare nuova luce sul più famoso caso UFO della Gran Bretagna.
L'ex agente di polizia della British Transport Police, Gary Heseltine, 56 anni, afferma che la base RAF di Bentwaters è stata ripetutamente visitata da strani dispositivi volanti di fattura sconosciuta i quali sembravano rivolgere una particolare attenzione verso i segretissimi siti di stoccaggio di armi nucleari allestiti all'interno di una delle tante basi americane dislocate strategicamente su tutto il territorio britannico . Gary, che ha trascorso quasi 24 anni di servizio per conto del British Transport Police, afferma che il vice comandante della base, il colonnello Charles Halt, gli confidò all'epoca che all'interno della base aerea di Suffolk si nascondeva il più grande arsenale di armi nucleari mai costruito in Europa. Durante un incontro ravvicinato con uno di questi oggetti volanti non identificati, il sergente Jim Penniston afferma che dopo aver toccato la superficie di un piccolo dispositivo dalla forma triangolare, si accorse che la struttura esterna dell'oggetto volante era estremamente calda e soprattutto molto "liscia al tatto". Sulla struttura esterna del dispositivo dall'aspetto metallico, erano impressi degli strani simboli molto simili agli antichi geroglifici dell'antico Egitto . Il Col. Halt fu uno dei pochi ufficiali che all'epoca tentarono di indagare su ciò che stava realmente accadendo in prossimità delle basi militari, organizzando una piccola squadra di esperti insieme ai quali si inoltro' all'interno della foresta di Rendlesham dove due notti dopo fu avvistato nuovamente uno di questi strani oggetti volanti. In quell'occasione gli esperti riuscirono a registrare per 20 minuti un nastro audio attraverso il quale veniva descritto l'oggetto volante come 'un ammiccante occhio rosso'. 
L'aspetto più controverso della vicenda sono alcuni rapporti secondo i quali dall'oggetto furono sparati dei fasci luminosi che sembravano concentrarsi tutti nella nella 'zona per lo stoccaggio di armi non convenzionali' , un termine usato dai militari per classificare una serie di bunker nucleari. Il detective in pensione Gary Heseltine afferma che il Colonnello Halt gli confido' in un'occasione che all'interno della base RAF di Bentwaters venivano custoditi dei "missili nucleari, molti dei quali proprio nella zona di stoccaggio di "armi non convenzionali" (WSA),la stessa area riservata dove erano stati avvistati gli strani oggetti volanti.

2 commenti :

  1. ITAZIONI: - Fanno giornate commemorative contro tante cose! Ne' dovrebbero fare anche una contro "alienofobia" o contro "ufofobia"!!!

    RispondiElimina
  2. Sacrosanto! Inoltre bisognerebbe dar più credito alle forze armate,in quanto patriottici rappresentanti del cittadino,ogni loro affermazione di contributo all ufologia , andrebbe presa decisamente più seriamente.

    RispondiElimina