venerdì 20 maggio 2016

Frammenti del Boeing 777,volo MH370, individuati in Sud Africa

Boeing 777 flight 370
Da un sondaggio pubblicato sul sito CNN è emerso che il 9% degli intervistati attribuisce la scomparsa del volo MH370 della Malaysia Airlines a un intervento da parte di viaggiatori del tempo o addirittura all'ingerenza di esseri provenienti da un'altra dimensione . Altre teorie, molto più terrene, propendono per un dirottamento elettronico, attacco terroristico e infine, al suicidio da parte di uno dei piloti come già avvenuto in altre precedenti sciagure aeree. 
Secondo il sito sinarharian.com, pochi giorni fa sarebbero stati scoperti due frammenti appartenenti al Boeing 777, volo MH370, rispettivamente lungo le coste del Sud Africa, isola di Rodrigues e sulle spiagge delle Mauritius. 
Secondo gli esperti, le probabilità che tali resti possano appartenere al volo MH370 sono del 90%. Molto si è detto sulle vere cause che avrebbero potuto determinare la scomparsa del Boeing 777, svanito improvvisamente nel nulla l'8 marzo 2014 durante il volo Kuala Lumpur-Pechino con a bordo 239 persone. 
Finora le ricerche subacquee hanno interessato una vasta area dell'Oceano Indiano fino a includere un tratto di mare al largo della costa occidentale dell' Australia . Anche se la scoperta dei detriti ha rafforzato la convinzione delle autorità secondo le quali l'aereo sarebbe sprofondato da qualche parte al largo dell'Oceano Indiano, nessuna delle parti impegnate nelle ricerche hanno prodotto degli indizi che potessero stabilire le vere cause all'origine della scomparsa dell'aereo e il luogo dove potrebbero giacere i suoi resti . 
Alcune risposte sfuggenti a questo enigma si possono trovare sui registratori dei dati di volo o sulle scatole nere, che a questo punto non possono essere individuate per l'assenza di Bip sonori che dopo 30 giorni tendono a scomparire. Geoff Dell, uno specialista nelle inchieste sugli incidenti aerei presso l'Università del Queensland in Australia ritiene che i resti dell'aereo debbano essere cercati altrove visto che le ricerche condotte in quella vasta area dell'Oceano Indiano non hanno prodotto alcun risultato. Il ministro dei Trasporti, Datuk Seri Liow Tiong Lai ha dichiarato che alcuni resti sono stati individuati recentemente da un gruppo di esperti internazionali che hanno ritenuto opportuno estendere le ricerche lungo le coste dell'Australia ove è stato recuperato un pezzo di motore con il logo della Rolls-Royce e un frammento del pannello interno della cabina di pilotaggio . L'International Civil Aviation Organization ha confermato che entrambi i frammenti potrebbero appartenere al volo MH370 visto che sono strutturalmente coerenti con uno dei pannelli di controllo posti sul Boeing 777 della Malaysia Airlines. La conferma è venuta lo scorso marzo dopo che gli esperti hanno condotto una serie di esami sui rottami dell'aereo rinvenuti lungo le spiagge del Mozambico per cui sono giunti alla conclusione che i pannelli appartengono quasi certamente al Boeing 777 .

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.