sabato 21 maggio 2016

Misteriose trincee individuate sui fondali dell'oceano Pacifico

secure-team-ocean-floor-object
Considerando che il 71% della superficie terrestre è caratterizzata in gran parte da vaste distese d'acqua e che i fondali degli oceani rappresentino ancora un mondo tutto da scoprire allora perché' non chiedersi se altre strane forme di vita non possano essersi sviluppate laggiù magari evolvendosi in organismi intelligenti nonostante le sfavorevoli condizioni ambientali tipiche degli abissi oceanici che nonostante tutto continuano ad attrarre la curiosità dell'Homo Sapiens terrestre?
Un gran numero di testimoni sostiene che gli oggetti volanti non identificati non solo possono essere rilevati nel cielo, come avviene quasi quotidianamente, ma anche al di sotto della superficie dell'acqua. Ciò potrebbe essere avvalorato dalla testimonianza resa dall'equipaggio della nave passeggeri Naviro che nel 1967 stava navigando al largo delle coste del Brasile. 
In quell'occasione l'equipaggio dovette fronteggiare un fenomeno alquanto insolito. Per quasi 15 minuti, la nave fu scortata da un luminoso oggetto a forma di sigaro il quale scomparve improvvisamente sotto la superficie dell'acqua che con un po' di fantasia potrebbe ricordare la storia babilonese del sacerdote Berossa. Pochi giorni fa, alcuni utenti di Google Maps hanno individuato dei misteriosi solchi abilmente scavati sui fondali dell'Oceano Pacifico. 
Osservando le immagini mappate da Google la prima cosa che salta all'occhio sono delle strane trincee strutturate sul fondale oceanico come se fossero state create dal movimento di solidi oggetti sottomarini.
Dobbiamo forse ritenere che l'attività UFO deve essere ricercata anche sui fondali dei nostri oceani oltre a quella già rilevata quotidianamente nei nostri cieli, su altri pianeti e meglio ancora sulla Luna?  L'origine di tali solchi può' essere spiegata come un qualche tipo di scannerizzazione sonar dei fondali marini da parte di natanti preposti alla ricerca oceanografica?

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.